Catanzaro: istituzione regolamento tassa di soggiorno, incontro

Catanzaro – Su proposta dell’assessore al turismo, Alessandra Lobello, e del presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, è stato avviato il percorso che dovrà portare all’istituzione dell’imposta di soggiorno e al varo del relativo regolamento.
L’imposta di soggiorno, ormai presente in tantissimi Comuni italiani, servirà a incrementare in maniera significativa le entrate dell’amministrazione comunale in relazione a quella quota di bilancio variabile che potrà essere reinvestita nel comparto dal quale proviene, cioè sul turismo.
Per questo motivo la delegata della giunta Abramo e il massimo rappresentante dell’aula consiliare, affiancati dal dirigente del settore, Antonino Ferraiolo, hanno incontrato gli albergatori del capoluogo: i punti principali contenuti nella bozza regolamentare, la ricerca della massima condivisione possibile, le prospettive che l’introduzione del testo normativo potrebbe portare in termini economici e di sviluppo, al Comune come agli operatori, i temi trattati nel corso della riunione operativa che si è tenuta lunedì sera nella sala concerti del Municipio. Gli albergatori hanno appoggiato in toto la proposta.
“La pubblica amministrazione versa in condizioni economiche sempre più difficili e, di conseguenza, è necessario immaginare nuove forme di entrate che possano trasformarsi in sviluppo sui piani economico e culturale”, hanno affermato Lobello e Polimeni. “Secondo quanto prevede la legge nazionale – hanno aggiunto – l’introduzione dell’imposta di soggiorno ha una finalità ben precisa: finanziare interventi di manutenzione e decoro negli enti locali, ma soprattutto contribuire a rafforzare, istituzionalizzandole, quelle manifestazioni che possono essere volano per il turismo di un territorio”.
“L’istituzione dell’imposta di soggiorno e del contestuale regolamento avranno tempi rapidissimi: i documenti verranno immediatamente sottoposto al vaglio della commissione consiliare competente per poi discutere, a stretto giro di posta, probabilmente entro la fine di ottobre, quella che speriamo – hanno concluso l’assessore e il presidente dell’assemblea – sia un’unanime approvazione da parte del Consiglio comunale”.

,