‘Ndrangheta: Cuda (Pd) “durissimo colpo per Lamezia, ora reagire”

Catanzaro  – “Lo scioglimento del Consiglio Comunale di Lamezia Terme e’ un durissimo colpo per la citta’, che coinvolge il comprensorio lametino e tutta l’area Centrale della Calabria. Come Partito Democratico, accettiamo con il dovuto rispetto che si deve alle istituzioni, una decisione della quale non conosciamo ancora le motivazioni ma che e’ chiara sulle responsabilita’ che hanno consentito il condizionamento dell’agire amministrativo”. Lo afferma Gianluca Cusa, segretario provinciale del Pd di Catanzaro.
“Il Pd – aggiunge – esprime la massima solidarieta’ in primo luogo alla stragrande maggioranza dei cittadini onesti che vivono a Lamezia e nei comuni vicini, agli studenti e ai lavoratori fuori sede, alle imprese sane del territorio, alle aziende turistiche, a quanti hanno a che fare con mercati fuori regione, a tutta una comunita” che questi fatti rischiano ingiustamente di infangare e mortificare. Pensiamo che in un momento di sconcerto come questo non sia opportuno additare responsabilita” individuali che ci sono e anche gravi, e che andranno a tempo debito attentamente valutate e giudicate sia politicamente che sotto il profilo giudiziario. Oggi pero’ e’ altra la priorita”: e’ opportuno riflettere sull’importanza e sull’urgenza di restituire dignita’ ed autorevolezza al tessuto democratico lametino, in primis ai partiti politici, ai corpi intermedi della societa”, alle associazioni, ai sindacati democratici, che in territori come il nostro devono tornare ad essere filtro ed il primo argine contro l’infiltrazione ed i tentativi della criminalita’ di annidarsi nelle istituzioni. E’ con forza e collettivamente che, qui ed ora, tutti insieme – conclude Cuda – dobbiamo respingere il tentativo di isolamento di un’intera comunita’ e di stravolgimento della vita democratica”.