Calabria: Regione, nessuna criticita’ in attuazione Por

Catanzaro  – Nessuna criticita nell’attuazione del Por Calabria. La precisazione in una nota del Dipartimento Programmazione della Regione. “L’avanzamento del programma registra livelli tutt’altro che critici se riferiti al contesto nazionale, evidenziando come l’attuazione abbia ormai preso slancio – esplicita la nota – gli impegni ammontano a 829 milioni di euro (35% della dotazione del Programma), mentre la spesa rendicontata al 31 luglio si attesta a circa 50 milioni. Quest’ultimo dato, ancorche’ poco significativo (anche perche’ corrisponde alla prima certificazione), appare in termini percentuali in linea con la media nazionale e superiore a quello delle regioni italiane meno sviluppate, come si puo’ agevolmente constatare consultando il portale open data della Commissione Europa”. L’intera programmazione 2014-2020, poi, e’ stata avviata con forte ritardo in tutta Europa, per la lenta adozione dei regolamenti competenti e il laborioso recepimento da parte delle autorita’ di gestione delle innovazioni regolamentari. A dicembre, comunque, la Regione “produrra’ una nuova attestazione di spesa che evidenziera’ un ulteriore accelerazione attuativa. Di fronte a questo quadro, parlare di rischio di disimpegno appare esagerato. Infatti, il numero di procedure attivate (1.518 milioni di euro pari al 63% del totale delle risorse), prossimo aggiornamento sul sito Calabria Europa, e’ un dato che misura la tabella di marcia, ovvero l’avvio delle misure che si tradurranno successivamente in interventi e spesa sul territorio. Ulteriore slancio della spesa si verifichera’ poi nel 2018 quando tutti i progetti avranno un considerevole avanzamento attuativo”. Tra gli esempi di programmazione evidenziati, “il sostegno del sistema dell’innovazione locale con azioni avviate per oltre 100 milioni di euro attraverso un pacchetto che ha sostenuto le pmi nella partecipazione ai programmi Ue, tra cui Horizon 2020, nel finanziamento di progetti in Ricerca&Sviluppo (sono stati finanziati 131 progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale), e nell’acquisto di servizi qualificati (1552 le imprese beneficiarie). Per quanto riguarda la competitivita’ delle imprese le procedure finora attivate valgono piu’ di 53 milioni di euro e riguardano la qualificazione dell’offerta turistica, la riorganizzazione e la ristrutturazione aziendale, l’internazionalizzazione e l’introduzione nei processi produttivi di soluzioni ICT.