Foto Boldrini: polizia individua autore post su Facebook

Cosenza  – La Polizia postale e delle telecomunicazioni ha individuato il responsabile del post minatorio pubblicato ieri su Facebook nei confronti della Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini. E’ in corso nella provincia di Cosenza una perquisizione nei confronti di un cinquantottenne.
Sono stati i poliziotti del CNAIPC (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche) della Polizia postale ad aver individuato le tracce informatiche del responsabile del post controla presidente Boldrini. Grazie alla collaborazione con Facebook gli investigatori hanno recuperato i dati necessari per l’individuazione fisica di un cinquantottenne della provincia di Cosenza. Lo stesso gia’ dalle prime attivita’ di riscontro risulta titolare di un profilo Facebook molto caratterizzato da immagini violente, minacce e personaggi armati. E’ in corso una perquisizione domiciliare – si aggiunge – eseguita dalla Digos della Questura e dalla Sezione Polizia postale di Cosenza.

E’ un artigiano di Torano Castello (Cosenza), l’uomo che e’ stato individuato dalla polizia come l’autore dei post contro la presidente della Camera Laura Boldrini. Ancora non sono state prese delle misure nei suoi confronti. La perquisizione della sua abitazione e’ scattata dopo un summit che, questa mattina, il Questore di Cosenza, Giancarlo Conticchio, ha tenuto con il procuratore Mario Spagnuolo. Ulteriori dettagli sulla vicenda saranno divulgati domattina, nel corso di una conferenza stampa che si terra’ presso la Procura di Cosenza. Intanto si apprende che l’uomo, che ha 58 anni, e’ stato individuato gia’ ieri e poi e’ stato seguito, per giungere infine alla decisione di effettuare un blitz nella sua abitazione, dove e’ stato trovato e sequestrato molto materiale definito interessante. “La reazione della polizia e’ stata immediata – ha detto Conticchio – e grazie alla polizia postale e alla Digos e’ stato possibile subito chiarire la vicenda”.

Foto Boldrini: autore post su Fb in questura e denunciato
E’ sposato e ha due figli, l’artigiano di Torano Castello (Cosenza) di 58 anni che ha utilizzato Facebook per diffondere un fotomontaggio minaccioso contro la presidente della Camera Laura Boldrini. Non sarebbe nuovo alla realizzazione di simili fotomontaggi, ma non apparterrebbe ad alcuna organizzazione estremista. E’ stato portato in Questura, a Cosenza, dove e’ stato denunciato.

Si chiama Gianfranco Corsi, l’uomo di 58 anni che e’ stato denunciato dalla polizia per aver postato su Facebook una foto minacciosa nei confronti di Laura Boldrini. Lo conferma sul social network il fratello Roberto, gia’ autore, anche lui, in passato, di eclatanti proteste contro il sistema fiscale italiano, tanto da arrivare a tentare il suicidio, annunciato anche in diretta su Facebook. “Amici cari un’altra medaglia al valore”, scrive Roberto Corsi, commerciante di Montalto Uffugo (Cosenza), paese non lontano da Torano Castello, dove abita il fratello. “Si’ e’ mio fratello, persona buona e umile, e’ lui che ha condiviso la foto della Boldrini, – scrive Roberto Corsi – ancora da me non vista, ma che certo con un ragionamento logico si puo’ trarre la seguente conclusione: dalle parole ai fatti ne passa di strada”. “Non siamo razzisti, ne’ terroristi”, prosegue Roberto Corsi, che accenna anche ad un sentimento di rabbia contro “una immigrazione fuori controllo” e dice che sono ancora in attesa in Questura. “Sono stati sequestrati anche i pc di mia nipote la quale studia all’universita’ – aggiunge l’uomo – piu’ i cellulari”. L’uomo sottolinea che la fotografia postata dal fratello e’ liberamente disponibile sulla rete e che sarebbe stata solo condivisa sul social network.