Cisl: Luigi Sbarra eletto segretario generale aggiunto

Roma – Il Consiglio Generale della Cisl, riunito oggi a Roma, ha eletto Luigi Sbarra , Segretario Generale aggiunto della Cisl e nominato Gigi Petteni alla Presidenza dell’Inas, il patronato della Cisl. E’ stata la stessa leader della Cisl, Annamaria Furlan a proporre oggi al Parlamentino del sindacato sia la nomina di Luigi Sbarra sia quella di Gigi Petteni all’Inas, che lascia la segreteria confederale e va a sostituire al patronato Cisl, Domenico Pesenti.
“E’ una scelta quella di Luigi Sbarra che rafforza la squadra della segreteria confederale e rappresenta stabilita’ e prospettiva per la nostra organizzazione – ha sottolineato la Furlan nel suo intervento. “Sbarra e’ un bravissimo dirigente, competente, una persona generosa e perbene, leale, autentica. E’ un sindacalista di grande esperienza. Il suo e’ un ritorno positivo al mio fianco nella squadra della segreteria confederale dopo tre anni in cui ha fatto un ottimo lavoro alla Fai Cisl, siglando contratti innovativi ed importanti che sono diventati un punto di riferimento per tutta l’organizzazione. Gli ho chiesto di tornare accanto a me, per fare cose importanti in una fase in cui la Cisl dovra’ riaffermare il suo ruolo centrale nella societa’ italiana”.
La Furlan la ringraziato per il lavoro fatto in questi tre anni nella segreteria confederale Gigi Petteni, “un collega di segreteria corretto e leale, che ha fatto un lavoro impagabile e straordinario sempre in un perfetto lavoro di squadra, portando a casa accordi importanti con tutte le associazioni imprenditoriali. Petteni e’ un uomo della Cisl. Sono sicura che rafforzera’ la confederalita’ dell’Inas Cisl rilanciando il ruolo fondamentale del patronato nel nostro paese”.

Alla guida dal 2016 della Fai, la federazione agroalimentare e ambientale cislina, Luigi Sbarra ha alle spalle un’esperienza maturata sia a livello territoriale che nazionale. Nato nel 1960 in provincia di Reggio Calabria, Sbarra si e’ formato come dirigente sindacale nel 1984 alla scuola dei quadri Cisl di Taranto. Negli anni successivi ha ricoperto, tra l’altro, il ruolo di segretario generale della Cisl di Locri, della Cisl di Reggio Calabria e, successivamente, della Cisl regionale Calabrese. Nel 2009 era stato eletto segretario confederale della Cisl nazionale , ruolo che aveva lasciato tre anni fa per guidare la categoria dell’agroalimentare della Cisl.
“Grazie alla Cisl e ad Annamaria Furlan per la fiducia e la grande responsabilita’ che mi e’ stata affidata. Un ruolo che intendo onorare con impegno, lealta’ ed entusiasmo al servizio dei lavoratori, dei pensionati e di tutti i cittadini”, ha affermato Sbarra subito dopo la sua elezione. “Il mio percorso sara’ orientato dalla bussola messa a punto dalla Cisl in questi tre anni, con un progetto politico e organizzativo che metta al centro il valore della persona e la dignita’ del lavoro. Europa, occupazione, fisco, famiglia e mezzogiorno: queste sono le priorita’ della Cisl. In questi anni- ha ricordato ancora Sbarra- abbiamo lavorato tanto, raggiungendo obiettivi strategici sia nelle politiche generali che di settore. Risultati resi possibili dal coraggio e dalla determinazione di una confederazione che, sotto la guida di Furlan, ha saputo rilanciare le ragioni di un sindacalismo autenticamente riformista, autonomo, contrattualista, titolare di un’autentica e libera soggettivita’ politica. Una forza sociale che nasce e cresce sui luoghi di lavoro, dal territorio, che sa operare con efficacia nelle tante partite della rappresentanza e vuole confrontarsi senza subalternita’ ne’ pregiudizi nelle dinamiche di decisione pubblica per spingere uno sviluppo di vera coesione sociale e territoriale, di crescita economica e occupazionale, maggiormente equilibrato e volto al bene comune”.

Cisl: Viscomi (Pd), meritato riconoscimento per Sbarra
“Esprimo a Luigi Sbarra, eletto stamane segretario generale aggiunto della Cisl, le mie piu’ sentite felicitazioni; si tratta di una nomina che lo carica di una ulteriore e grande responsabilita’ nazionale ma che, allo stesso tempo, restituisce alla Calabria ed ai calabresi legittimi motivi di orgoglio e soddisfazione”. Lo dice il deputato del Pd Antonio Viscomi, che aggiunge: “Il nuovo ruolo di Sbarra non e’ che il giusto riconoscimento per i decenni di impegno sindacale, per le competenze messe in campo e per la sua indiscutibile passione civile. Sbarra, infatti, nel ricoprire le diverse responsabilita’ a cui e’ stato chiamato ha sempre agito nel solco del grande sindacalismo cattolico interpretando appieno la storica e centrale funzione della Cisl. E voglio idealmente collegare questa elezione – continua – al momento economico, occupazionale e politico che il nostro Paese vive in questi mesi ed in questi anni; mi tornano in mente gli impegni e le parole di Giulio Pastore, fondatore della Cisl ed artefice di una innovativa visione del Paese e del Mezzogiorno in particolare. Come dimenticare, ad esempio, le idee di Pastore, ministro del Mezzogiorno, e la definizione di una politica che avesse come obiettivi prioritari il superamento del divario tra le due grandi aree del Paese, Nord e Sud, e la piena occupazione.Sono certo – conclude – che Luigi Sbarra sara’ pienamente all’altezza delle nuove responsabilita’ e conoscendo bene i temi e le urgenze del nostro Paese sapra’ unire il proprio profilo nazionale ad una competente e sollecita attenzione verso il Sud ed il suo sviluppo”.

Cisl: sindaco San Giovanni in Fiore, “complimenti a Sbarra”
“L’elezione di Luigi Sbarra alla carica di segretario generale aggiunto della Cisl nazionale e’ una notizia straordinaria per tutta la Calabria”. E’ quanto ha affermato il sindaco di San Giovanni in Fiore, Pino Belcastro il quale ha aggiunto: “Sbarra e’ un dirigente sindacale impegnato da anni per il riscatto della nostra terra. Sono convinto – ha aggiunto il sindaco della citta’ di Gioacchino – che fara’ di tutto per contribuire alla crescita della nostra terra. Avendo lavorato per tanti anni con lui ne conosco le capacita’ e la tenacia nel portare avanti le problematiche che riguardano le lavoratrici e i lavoratori. La Cisl nazionale non poteva fare scelta migliore. Sono contento – ha sostenuto il primo cittadino – che la proposta dell’amica Anna Maria Furlan si stata accolta dal Consiglio generale della Cisl. Oggi la nostra terra puo’ vantare un amico in un posto di alta responsabilita’. Sono certo che Gigi continuera’ a dare il suo contributo per il riscatto della Calabria. A nome della mia comunita’, che in piu’ di una occasione ha conosciuto ed apprezzato le capacita’ di Sbarra, formulo al neo segretario aggiunto del sindacato fondato da Giulio Pastore, gli auguri di buon lavoro”.

Cisl: Confcooperative, Sbarra scelta di qualita’ e quantita’
“Quella di Luigi Sbarra e’ una scelta di qualita’ e quantita’ per la segreteria generale della Cisl. Sbarra porta con se il know how del settore primario. Continueremo a collaborare con la Cisl per affrontare, insieme agli altri sindacati, i problemi della competitivita’, migliorare la qualita’ del lavoro, contrastando caporalato e dumping contrattuale”. Cosi’ Maurizio Gardini, presidente di Confcooperative commenta l’elezione di Luigi Sbarra a segretario generale aggiunto della Cisl di Annamaria Furlan.

 

Cisl: Perrone, Sbarra motivo di orgoglio per tutti noi
“Mi congratulo, con vera gioia, della nomina di Luigi Sbarra a Segretario generale aggiunto della Cisl – afferma Rosi Perrone, segretario generale UST Cisl Reggio Calabria. Oggi è sta-to eletto, con un consenso unanime, in Consiglio generale a riprova della grande stima e del riconoscimento del lavoro svolto in tutti questi anni da Luigi Sbarra, sindacalista reggino che ha saputo lavorare per il territorio calabrese e non solo e per questo la sua nuova nomina è motivo di orgoglio per tutti noi.
Una stima che è stata più volte evidenziata anche dal segretario generale Annamaria Furlan che ha riconosciuto a Sbarra un lavoro straordinario in questi anni alla Fai Cisl, rinnovando questa categoria, rimotivando la dirigenza e siglando un contratto nazionale del settore agroa-limentare davvero innovativo e moderno che è già un modello di riferimento per tutti i rinnovi contrattuali”.
“Sono certa che il ruolo che da oggi ricopre – prosegue Perrone- sarà ancora una volta una sfi-da a cui saprà guardare con la sua umanità e professionalità per affrontare i problemi sindacali incombenti, ricercando la partecipazione attiva degli iscritti, dei delegati e di tutti i dirigenti”.
La Cisl Reggio Calabria – conclude Perrone – rivolge perciò a Luigi Sbarra i migliori auspici per il ruolo che egli andrà a ricoprire, nella consapevolezza che dalla sua elezione scaturiran-no iter positivi che ricadranno, ovviamente, anche nel nostro territorio cui egli non ha mai fat-to mancare vicinanza”.

 

Cisl: Tramonti soddisfatto per elezione Sbarra
“L’elezione ad una carica così importante, anche per la percentuale altissima di consensi ottenuti, rappresenta motivo di orgoglio e di grande soddisfazione per l’intera CISL Calabrese”. Lo dichiara il segretario generale CISL Calabria Paolo Tramonti. “Siamo certi – afferma Tramonti – che, come sempre, tale importante carica sarà’ spesa nell’interesse esclusivo dei lavoratori e pensionati, con un’attenzione particolare alla nostra Regione costretta a convivere con una condizione di disagio e difficoltà che si protrae ormai da troppo lungo tempo. In questo senso poter contare su livelli di rappresentanza così qualificati sarà sicuramente utile per far valere con maggior forza le ragioni del Mezzogiorno e della Calabria nel contesto nazionale”.

 

Cisl : Annamaria Furlan, Sbarra persona generosa e perbene
“E’ una scelta quella di Luigi Sbarra che rafforza la squadra della segreteria confederale e rappresenta stabilità e prospettiva per la nostra organizzazione – ha sottolineato Furlan nel suo intervento -. Sbarra è un bravissimo dirigente, competente, una persona generosa e perbene, leale, autentica. è un sindacalista di grande esperienza. Il suo e’ un ritorno positivo al mio fianco nella squadra della segreteria confederale dopo tre anni in cui ha fatto un ottimo lavoro alla Fai Cisl, siglando contratti innovativi ed importanti che sono diventati un punto di riferimento per tutta l’organizzazione. Gli ho chiesto di tornare accanto a me, per fare cose importanti in una fase in cui la Cisl dovrà riaffermare il suo ruolo centrale nella società italiana”.

 

Cisl: Mingrone, Sbarra un nomina importante
“Una nomina importante, un legittimo riconoscimento che va a premiare un percorso fatto di impegno, serietà e dedizione. Luigi Sbarra, da poco eletto segretario generale aggiunto della Cisl, è al posto giusto nel momento giusto. Perché siamo certi che il suo operato, ora più che mai, avrà ricadute positive sull’intero territorio”. Lo afferma in una nota Francesco Mingrone, segretario generale Ust Cisl Magna Graecia. “Ribadire il percorso e i successi sindacali ai vertici della Cisl appare superfluo. Ma è oggi necessario, perché – ha aggiunto Mingrone – è utile sottolineare cosa significa per la Cisl e per l’intero territorio questa nomina. La sua formazione sindacale avviene nel 1984 a Taranto, nel Centro Studi Cisl. L’anno successivo viene eletto segretario generale della Fisba Cisl di Locri, la Federazione dei braccianti agricoli del sindacato di via Po’. Dal 1988 al 1993 guida la Cisl della stessa cittadina per poi diventare segretario generale di Reggio Calabria, dove rimane fino al 2000. In quell’anno viene eletto al vertice della Cisl Regionale, ruolo che ricopre per nove anni, fino al trasferimento a Roma come segretario nazionale dove ha seguito il settore delle Politiche contrattuali dell’industria, artigianato, ambiente e sicurezza, Mercato del Lavoro e Mezzogiorno, nel 2006 viene chiamato a guidare la Fai Cisl dove tutt’oggi è Segretario Generale. “L’indicazione di Luigi Sbarra quale segretario aggiunto – ha, quindi, concluso il segretario generale della Ust Magna Graecia, Francesco Mingrone – rappresenta un importante traguardo per l’intera CISL. Siamo tutti convinti che Sbarra saprà assolvere a questo nuovo e prestigioso incarico con grinta e determinazione. Caratteristiche fondamentali per risolvere i problemi e le sfide economiche del nostro Paese”.

Cisl: Sapia, Sbarra ruolo di primo piano nel sindacalismo italiano
“L’elezione di Luigi Sbarra a Segretario Generale Aggiunto della Cisl è una nomina che ci riempie di orgoglio. Soddisfazione che riteniamo esprimere a nome di tutti i delegati, dirigenti e lavoratori iscritti della FAI Cisl in Calabria. Luigi Sbarra è un sindacalista a tutto tondo, protagonista in Calabria di una lunga ed intensa stagione rappresentativa ed ha saputo conquistare, partendo da una regione non esattamente centrale nelle dinamiche economiche ed occupazionali del Paese, un ruolo di primo piano nel sindacalismo italiano”. Lo scrive Michele Sapia Segretario regionale Fai Cisl che aggiunge: “Prima come componente della segreteria confederale con deleghe importanti, poi come Segretario Generale della FAI Cisl siglando molti Contratti Collettivi Nazionali di categoria, un esempio per tutti il rinnovo del CCNL dell’industria alimentare e poi raggiungendo importanti risultati a favore del settore agricolo, come la legge nazionale n. 199 riguardante la lotta al caporalato in agricoltura e poi l’inclusione nei meccanismi dell’Ape Sociale a tutte le categorie di lavoro gravoso tra cui operai agricoli e imbarcati pesca.
A Luigi Sbarra esprimiamo le nostre congratulazioni per aver ottenuto un simile prestigioso riconoscimento al lavoro svolto in questi anni manifestando, al contempo, la certezza che anche nella nuova veste saprà – come sempre – interpretare il proprio ruolo con quella sensibilità, responsabilità e quelle competenze che tutti gli riconoscono. Siamo anche certi che, così come avvenuto sino ad ora saprà dare una mano ad una regione i cui problemi e le cui emergenze richiedono senz’altro un’attenzione di respiro nazionale. La FAI Cisl Calabria continuerà a sostenere la mission della Cisl guidata dalla segretaria generale Annamaria Furlan che ringraziamo per aver scelto nella sua squadra un sindacalista del Sud, e per l’attività sindacale rivolta anche alla questione del meridione d’Italia. Fieri di appartenere a questo sindacato responsabile e moderno, lontano dalle rivendicazioni fini a se stesse, saremo impegnati come in questi mesi su proposte e a sostenere l’importanza del confronto finalizzato ad ottenere – risultati concreti a beneficio dei lavoratori e del sistema agro-ambientale calabrese, valorizzando e sostenendo il rapporto tra le persone e il territorio”.