Migrante ucciso: Fiano (Pd), Salvini si occupi del caso

Roma – “Soumaila Sacko, era un lavoratore e un sindacalista maliano di 29 anni, regolarmente in Italia, che e’ stato ucciso nelle campagne della Calabria senza che, apparentemente, se ne sappia il perche’. Domani depositeremo un’interrogazione per chiedere che il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, si occupi di questo caso, che si faccia parte diligente perche’ su questo omicidio si faccia luce”. Lo scrive su Facebook Emanuele Fiano, della presidenza del gruppo Pd alla Camera.
“La vita umana – prosegue – non ha colore signor ministro, non si puo’ morire per una lamiera con cui ricoprire il proprio misero rifugio in una tendopoli. Semplicemente non e’ ammissibile per chi come noi vuole difendere valori di civilta’. Lei non ne ha parlato oggi signor ministro, non so se perche’ impegnato in campagna elettorale, o perche’ impegnato ad attaccare il governo tunisino, oppure ancora a correggere il ministro Fontana oppure l’economista Bagnai, o ancora la novax neoministra della salute. Trovi il tempo, lei deve difendere la legge, per tutti”.