Migrante ucciso: Sculco, si faccia spazio all’umanita’

Reggio Calabria  – “Se il Governo ha politiche piu’ efficaci di quelle finora messe in atto per fronteggiare il fenomeno migratorio, proceda spedito e con la necessaria responsabilita’. Ma fermiamo, da qualsiasi parte provengano, le parole che ingenerano sospetti, equivoci e confusione e rendono rancoroso e incomprensibile il dibattito pubblico”.
E’ il suggerimento della consigliera regionale di Calabria in Rete Flora Sculco, che aggiunge: “Dinanzi all’uccisione terribile del giovane Sacko e a fatti che evocano il tempo della schiavitu’ e delle brutalita’ xenofobe e razziste piu’ deplorevoli, si faccia spazio all’umanita’ di cui siamo portatori come persone e come italiani e si salvaguardi l’unita’ delle forze politiche e del Paese, specie su una questione dai tratti epocali e la cui complessita’ e’ sotto gli occhi di tutti”.
Infine: “E’ un dovere irrinunciabile bonificare, subito e una volta per tutte, intervenendo in maniera energica e con ogni mezzo a disposizione, le arre della disperazione in cui e’ la calpestata la dignita’ delle persone. Cosi’ come favorire l’integrazione di chi ne ha diritto in un quadro di trasparenza e legalita’ costituzionale”.