Cultura: concluso il progetto “Vivarium – Conoscere Cassiodoro”

Catanzaro – Si e’ svolta nella Sala Verde della Cittadella Regionale a Catanzaro, alla presenza dell’assessore all’istruzione ed alle attivita’ culturali Maria Francesca Corigliano, la manifestazione finale del progetto “Vivarium-Conoscere Cassiodoro” II edizione, promosso dal Centro Culturale Cassiodoro con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale e finanziato dall’assessorato alla Cultura.
All’iniziativa hanno preso parte rappresentanze di alunni e docenti delle scuole partecipanti e vincitrici del progetto: l’I.C. Patari- Rodari primaria di Catanzaro, l’I.C primaria di Cropani, l’I.C. di Sellia Marina secondaria I, l’I.C. di Squillace secondaria I, l’I.I.S. E. Fermi Liceo scientifico di Catanzaro, l’I.C. di Botricello secondaria, il Liceo delle Scienze umane E. Fermi di Catanzaro, l’I.I.S. E. Di Thuri di Cassano allo Ionio, l’I.I.S. Lucrezia della Valle di Cosenza, l’I.I.S. G.V. Gravina di Crotone, l’I.C. G.Da Fiore di Isola Capo Rizzuto, l’I.I.S. T. Gulli’ di Reggio Calabria, l’.I.I.S. Nostro-Repaci di Villa San Giovanni.
Al tavolo dei relatori, moderato dal giornalista Domenico Gareri, e’ intervenuta l’assessore Maria Francesca Corigliano che, congratulandosi con i partecipanti e con gli insegnanti, ha sottolineato come “Da soli non si possono raggiungere gli obiettivi prefissati mentre insieme si puo’ contribuire a diffondere una consapevolezza positiva della nostra terra. Con il Presidente Oliverio, pertanto -ha continuato l’assessore- abbiamo intrapreso un percorso di valorizzazione delle potenzialita’ della Calabria. La Calabria e’ una terra di pensatori e intellettuali non narrata adeguatamente alla sua storia”.

Soffermandosi sull’esperienza di partecipazione da protagonista della Regione Calabria al XXXI Salone Internazionale del Libro a Torino e sui focus dedicati ai grandi pensatori calabresi quali Campanella, Telesio, Gioacchino Da Fiore, Cassiodoro l’assessore ha poi sintetizzato le peculiarita’ dell’iniziativa “Vivarium” che consente ai giovani di creare un legame diretto con Cassiodoro, di valorizzare la cultura della legalita’ presente in ogni singola scelta che si fa nella scuola e di far conoscere, visitandoli, i luoghi di Cassiodoro.
“Spesso – ha affermato Maria Francesca Corigliano – volgiamo lo sguardo altro’ve dando per scontato quello che e’ a portata di mano, organizziamo gite didattiche e d’istruzione fuori dalla Calabria e dall’Italia dimenticando i nostri luoghi che se non conosciamo non possiamo valorizzare”.
L’assessore si e’ poi complimentata per il metodo costruttivo adoperato nel progetto e per il linguaggio attuale e vario e si e’ congratulata con il Direttore Generale alla Cultura, Turismo, Beni Culturali della Regione Calabria Sonia Tallarico e con la Dirigente all’Istruzione Anna Perani che portano avanti con la massima trasparenza e dedizione le attivita’ all’interno della Regione.
A seguire Don Antonio Tarzia, Presidente dell’Associazione “Centro Culturale Cassiodoro” ha esortato i giovani partecipare a questi momenti che sono cibo per l’anima. Ha ricordato loro che la scuola e’ nata in Calabria con Cassiodoro che ha distinto le varie discipline, la religione, la scienza, la musica ed era radicato fortemente in Calabria, motivo per cui oggi bisogna essere orgogliosi di appartenere a questa terra.
Dopo l’intervento conclusivo della Dott.ssa Stella Franco in rappresentanza dell’U.S.R. che ha ribadito il ruolo fondamentale della comunicazione inerente le cose positive che si fanno nella scuola calabrese viva ed efficace, sono stati consegnati i premi, le targhe e gli attestati agli Istituti partecipanti.
Il messaggio unanime che si e’ lanciato e’ stato quello di amare la Calabria e visitarla per contribuire a renderla attraente e contribuire alla sua crescita.