Crosia: Calato il sipario sulla IV edizione de “Il libro…mio amico”

Crosia(Cosenza) – È andata oltre ogni aspettativa la quarta rassegna di sensibilizzazione e formazione alla lettura “Il libro…mio amico”. Un’iniziativa culturale che è stata pianificata con cura e coordinata dal sociologo e giornalista Antonio Iapichino, titolare dell’omonimo Studio di sociologia e comunicazione.
Dopo la lunga carrellata nelle scuole di vari paesi della provincia di Cosenza, a Mirto è stato celebrato l’evento finale di questa azione. Un’attività che va avanti da quattro anni. Nel corso della rassegna 2018 vi sono state dieci tappe frontali. In ognuna di essa, attraverso un’apposita giuria, è stata identificata una classe vincitrice, oppure un gruppo di classi. Presso il Palateatro comunale “Giacomo Carrisi” di Mirto Crosia, sono state premiate con targhe d’argento tutte le classi vincitrici delle singole tappe.
Nella cittadina ionica sono giunti i rappresentanti di tante scuole provenienti da diversi comuni, fra cui Bisignano, Corigliano, Crosia, Rossano, Longobucco, Bocchigliero, Pietrapaola, Cropalati. Per di più, alla giornata finale crosimirtse, allo scopo di sensibilizzare sulla tematica anche gli adulti, hanno seguito i lavori pure i dipendenti comunali di Crosia, ai quali è stata dedicata un’apposta parte della manifestazione, a cura dello stesso sociologo Iapichino, a scopo di formazione sull’importanza della cultura. Non è mancata la partecipazione di diversi sindaci del territorio, vari amministratori locali, dirigenti scolastici, docenti e genitori, oltre, ovviamente, ai numerosi ragazzi. Un coro univoco sull’importanza della formazione culturale dell’individuo. Partendo proprio dalla lettura. Attività di base per avviare un processo formativo. Durante la giornata di sensibilizzazione, oltre a emergere momenti di interazione fra i rappresentanti delle varie istituzioni e sodalizi presenti, si sono aggiunti anche momenti musicali a cura del docente Gabriele Palermo. Anche attraverso la musica la possibilità di esternare alla folta e interessata platea, l’importanza della comunicazione verbale e non verbale. Quella di Mirto Crosia è stata una giornata interessante che verrà ricordata dalla comunità sociale e dai suoi numerosi ospiti, avendo avuto l’intera platea protagonista, evidenziando il bisogno oggettivo di non perdere di vista i paradigmi di riferimento, in modo da avere una vita basata sulla conoscenza.

,