Il tempo: domani nubi e piogge al Centro-Nord, sole al Sud

Roma – Previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.
SITUAZIONE: correnti occidentali instabili interessano le regioni settentrionali, e marginalmente quelle centrali peninsulari, mentre al sud prevalgono condizioni di stabilita’.
TEMPO PREVISTO FINO ALLE ORE 06.00 DI DOMANI: NORD – nuvolosita’ variabile sull’Emilia-Romagna, con schiarite maggiori lungo le coste, mentre i maggiori addensamenti nuvolosi presenti nelle zone interne ed in prossimita’ della dorsale appenninica potranno essere associati a qualche breve ed isolato temporale soprattutto nel pomeriggio; nuvolosita’ variabile sulle regioni occidentali nelle prima parte del pomeriggio con possibilita’ di isolati fenomeni, tendenza dal tardo pomeriggio ad un progressivo diradamento della nuvolosita’ e termine delle precipitazioni dalla sera. Molte nubi sul resto del nord con piogge e temporali sparsi nel corso del pomeriggio. In serata si avra’ una progressiva attenuazione delle nubi e dei fenomeni su Lombardia ed Emilia Romagna con un cielo che si presentera’ poco nuvoloso nel corso della notte, mentre isolate precipitazioni continueranno ad essere probabili sui settori orientali.

CENTRO E SARDEGNA: nubi medio-alte in transito su regioni peninsulari nel corso del pomeriggio con possibilita’ di isolate precipitazioni, i maggiori addensamenti nuvolosi su alta toscana potrebbero essere associati a qualche breve temporale. Ampie schiarite sulla Sardegna nel pomeriggio. Dalla sera tendenza al diradamento della nuvolosita’ su tutte le regioni, con un cielo che diviene generalmente sereno o poco nuvoloso.

SUD E SICILIA: cielo sgombro da nubi su tutte le regioni salvo nuvolosita’ medio-alta in transito nel primo pomeriggio su Campania, Molise, centro-nord Puglia e Basilicata settentrionale.

TEMPERATURE: minime di domani mattina in calo sulla Sardegna, in lieve aumento o stazionarie altrove; massime in diminuzione al nord, sul centro peninsulare e sulla Sardegna occidentale, in aumento sul resto del paese specie su Puglia, Calabria e settori nord ed est della Sicilia.

VENTI: mediamente dai quadranti meridionali: da deboli a moderati su Liguria, Sardegna, Toscana, Lazio e Umbria, in rotazione da nord-ovest sulla Sardegna nel pomeriggio; regioni del medio Tirreno ed Umbria; deboli sul resto d’Italia con rinforzi al sud dal pomeriggio. MARI: mossi Tirreno occidentale e mare e canale di Sardegna, con moto ondoso in aumento ad eccezione del canale di Sardegna; poco mossi i restanti mari con moto ondoso in generale aumento salvo che su Ionio e basso Adriatico.

TEMPO PREVISTO PER DOMANI: NORD – addensamenti compatti su Liguria, zone alpine ed appenniniche con associati fenomeni sparsi, a prevalente carattere di rovescio o temporale, in trasferimento serale alla triveneto, specie veneto centro-meridionale, e loro contestuale attenuazione. sulle restanti zone alternanza di schiarite e velature anche spesse.

CENTRO E SARDEGNA: all’inizio nuvolosita’ sparsa sulle regioni tirreniche in intensificazione mattutina anche su quelle adriatiche e sull’Umbria con deboli piogge, rovesci e temporali che interesseranno Toscana centro-settentrionale, Marche, Umbria e dal pomeriggio pure alto Abruzzo, in successivo miglioramento tardo serale. cielo pressoche’ limpido e terso ma con nubi medio-alte in transito diurno.

SUD E SICILIA: condizioni di bel tempo un po’ ovunque a parte annuvolamenti sparsi su Campania e Basilicata tirreniche.

TEMPERATURE: minime in sensibile calo sulla Sardegna, meno intenso su triveneto e Marche, in aumento Lazio, Puglia e regioni meridionali tirreniche, piu’ deciso su Calabria e Sicilia settentrionale; stazionarie altrove. Massime in flessione su Liguria, Emilia-Romagna, alta Toscana, Sardegna, Abruzzo, Molise e regioni meridionali tirreniche, in rialzo sul restante territorio, con valori attesi oltre i 38 c su aree pianeggianti pugliesi, Basilicata e Calabria ioniche e sulla Sicilia orientale.

VENTI: deboli variabili al settentrione; deboli dai quadranti occidentali sul centro-sud tirrenico ed appenninico con rinforzi sull’alta Sardegna, meridionali su quello ionico ed adriatico.

MARI: poco mosso l’alto Adriatico; mossi tutti gli altri bacini, localmente molto mossi il Tirreno ed il mar Ligure.