Lorica: Oliverio, anche da qui passa l’immagine positiva calabrese

Cosenza – Si e’ svolta questa mattina, in una delle piu’ incantevoli cornici paesaggistiche della Calabria, sulle acque del Lago Arvo, a Lorica, una gara interregionale di cajak a cui hanno preso parte circa 100 atleti provenienti da Sicilia, Campania e Calabria. Alla manifestazione ha assistito anche il presidente della Regione, Mario Oliverio che, dopo aver ringraziato la famiglia Amelio che gestisce il Centro Sportivo di Lorica e gli organizzatori delle manifestazioni che nel mese di luglio hanno attratto nella “perla della Sila” turisti provenienti dall’intera regione e oltre, ha invitato i presenti a rendere sempre piu’ attrattivo l’altopiano silano e le stupende localita’ sparse su questo territorio. “Il lago Arvo -ha detto Oliverio- e’ una delle piu’ belle “location” della Calabria e merita di essere valorizzata al massimo e di ospitare eventi sportivi di altissimo livello nazionale ed internazionale. Come Regione abbiamo investito molto e continueremo ad investire in questa direzione. Quest’anno abbiamo attivato gli impianti di risalita ed ora stiamo investendo sulle discipline sportive. Il canottaggio e’ la disciplina sportiva piu’ consona alla fruizione del lago. Dobbiamo continuare a crederci e avere l’ambizione di realizzare eventi ancora piu’ importanti. Il nostro obiettivo deve essere quello di portare qui anche eventi internazionali. “Lorica e la Sila -ha concluso il presidente della Regione- meritano di essere conosciute e apprezzate per le loro straordinarie bellezze. L’immagine di una Calabria pulita, positiva ed accogliente passa anche attraverso queste bellezze inestimabili”.
Prima di salutare gli atleti che hanno partecipato alla manifestazione sportiva di questa mattina, il presidente Oliverio si e’ soffermato a lungo a parlare con loro e, al termine del cordiale colloquio ha posato per la tradizionale foto di gruppo e li ha invitati a ritornare sempre piu’ spesso in Calabria e a Lorica per apprezzarne le straordinarie bellezze.