Estate: a Morano Calabro la rassegna del folklore internazionale

Cosenza – E’ stata presentata alla Camera di Commercio di Cosenza la IX rassegna del folklore internazionale, promossa dall’associazione culturale “Calabria Citra” e patrocinata e sostenuta da una serie di istituzioni, fra cuiil Comune di Morano, il Parco Nazionale del Pollino e l’ente camerale bruzio. La manifestazione, che si terra’ mercoledi’ 8 agosto, a partire dalle ore 21.30, si terra’ nell’ampio piazzale dedicato a san Giovanni Paolo II, a valle del centro storico. Oltre all’Italia, rappresentata dal gruppo minifolk “Miromagnum” di Mormanno, partecipano l’Equador, la Francia e la Tailandia. Una vera e propria esplosione di colori, musiche e danze proposte a un pubblico che si annuncia, come peraltro nelle passate edizioni, numeroso e competente. Hanno tracciato le coordinate dell’evento l’assessore alla Cultura della municipalita’ moranese Rocco Antonio Marrone, il presidente del sodalizio Calabria Citra, Remo Chiappetta, Graziella Russo, funzionaria della Camera di Commercio. I lavori sono stati accompagnati e conclusi dal sindaco di Morano, Nicolo’ De Bartolo. E’ statoevidenziato l’ottimo rapporto di collaborazione tra i diversi enti coinvolti nell’organizzazione. Marrone ha posto l’accento sull'”importanza che assume l’iniziativa nel contesto territoriale, sia per le concrete opportunita’ di incontro e sviluppo di reti e relazioni tra popoli e culture fra loro assai distanti, sia per le possibilita’ di incremento del flusso turistico, quindi direttamente connesse all’economia del posto”. Remo Chiappetta ha illustratole modalita’ di svolgimento di cio’ che sembra essere “destinato ad attestarsi non come semplice spettacolo folcloristico bensi’ quale fattore di ricerca e valorizzazione delle identita’ popolari. Attraverso accurati studi – ha osservato Chiappetta – si e’ riscontrato come il folklore abbia mutato il modo di porsi, presentandosi con spettacoli fondati su fatti e itinerari storici in grado di produrre un apprezzamento delle antiche origini, degli usi e dei costumi, specie per le nuove generazioni. Un risultato che inseguiamo da tempo e che, ne siamo certi, ha gia’ cominciato a sortire l’effetto sperato”.

“Nel suo processo di individuazione dei beni immateriali esistenti in provincia, la Camera di Commercio – ha spiegato Graziella Russo – intende tutelare il patrimonio intangibile, proponendosi quale cabina di regia operativa e presente nel territorio. Al fine di costruire un mosaico composto dalle diverse realta’ provinciali, candidabile a “bene immateriale dell’Unesco”, e’ stato allestito un ricco programma denominato “Incanto Cosentino – Arte, Natura, Cultura”, all’interno del quale – ha detto Russo – sono stati inseriti anche gli appuntamenti radicati in Morano, la “Festa della bandiera 2018” e la “Rassegna Internazionale del Folclore”, entrambe, come noto, cofinanziati dalla Camera”. Ha concluso i lavori il sindaco dell’antico borgo del Pollino, Nicolo’ De Bartolo, il quale ha sottolineato come “l’Amministrazione sia attenta alla valorizzazione delle emergenze locali e delle energie positive provenienti dalla societa’ civile”.
“Abbiamo investito professionalita’ e, nei limiti consentiti dal Bilancio, risorse nella realizzazione di un progetto che, partendo da una nuova visione d’insieme e passando per la recente istituzionalizzazione degli eventi piu’ importanti, siamo certi non manchera’ di recare soddisfazione alla comunita’. Una nota di merito per aver condiviso il nostro percorso – ha aggiunto il primo cittadino – alla compagnia “Calabria Citra”, nelle persone di Remo Chiappetta e Luigi Stabile, nonche’ alla Camera di Commercio, dalle funzioni apicali, penso al presidente Klaus Algieri, a quelle tecniche, mi riferisco alla dr.ssa Graziella Russo. Siamo sempre piu’ convinti – ha concluso De Bartolo – che solo cooperando e sacrificandoci insieme, con coraggio e umilta’, potremo immaginare un futuro migliore per la nostra terra”.

,