Riace: de Magistris, porte Napoli per Mimmo Lucano sempre aperte

Napoli – “Le porte di Napoli per lui saranno sempre aperte, puo’ venire quando vuole” e “organizzeremo qualcosa di significativo per accoglierlo, perche’ non deve calare l’attenzione sulla vergogna che si e’ messa in campo contro il modello Riace”. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, rinnova l’invito a ospitare Mimmo Lucano, dopo il divieto di dimora nel comune della Locride imposto dal tribunale del Riesame. “So che non si spostera’ tanto lontano dalla sua terra, ma ho ritenuto importante invitarlo”, aggiunge de Magistris, che stamattina ha avuto in radio un confronto a distanza con Lucano. Il sindaco di Napoli precisa poi che parlando di Riace non si riferisce al “modello amministrativo, ma a quello umano, dell’integrazione e dell’accoglienza, di un borgo calabrese che era desertificato e oggi e’ vivo grazie a Mimmo e a tutti quelli che hanno lavorato con lui”. Per de Magistris, Lucano e’ un’esperienza di lotta contro la criminalita’ organizzata, quindi “se si caccia Mimmo da Riace vince anche la ‘ndrangheta”. Ribadisce la fiducia nella magistratura, che “deve fare il suo lavoro”, ma critica “l’accanimento politico e istituzionale, da parte delle forze di governo, nei confronti di quest’uomo. Se ci fosse la stessa energia nella lotta alla criminalita’ organizzata – ragiona – ci sarebbe il plauso della stragrande maggioranza dei calabresi onesti, che hanno visto cacciare da quella terra la gente per bene e lasciare indisturbati i mafiosi”. De Magistris dice la sua anche sulla possibilita’ di una candidatura del sindaco di Riace alle prossime Europee, ritenendo che, “se ci fosse in campo un’opzione che punti all’Europa dei popoli, dei diritti, della solidarieta’, dell’umanita’, che faccia argine alle destre eversive ma anche alle oligarchie liberiste, Lucano dovrebbe essere uno dei protagonisti di questa coalizione ampia, civica, popolare e democratica”.