Lavoro: Sculco, risolvere vertenza tirocinanti giustizia

Reggio Calabria  – “Sono trascorsi ormai circa due mesi dalla conclusione del primo anno di attivita’ dei ‘tirocinanti della Giustizia’ e ancora oggi non si hanno notizie sull’avvio del secondo anno programmato, il contratto infatti era previsto per un anno e con proroga per un secondo, di cui si sono perse le tracce”. E’ quanto afferma la consigliera regionale di Calabria in Rete Flora Sculco, che aggiunge: “Questo stato di incertezza ha creato preoccupazione e allarme tra tutti i lavoratori che, purtroppo, non hanno alcuna informazione sulla ripresa della propria attivita’. In questi giorni i lavoratori e le loro rappresentanze sindacali hanno svolto un’azione di forte sollecitazione nei confronti di tutte le autorita’ a partire dal Prefetto di Catanzaro, che vedranno lunedi’, e si sono incontrate piu’ volte con l’assessore regionale al Lavoro e con il direttore Generale del dipartimento Lavoro. Io stessa – conclude Flora Sculco – cosi’ come avevano gia’ fatto la scorsa settimana i due colleghi consiglieri regionali, Gianluca Gallo e Franco Sergio, ho sollecitato il presidente Oliverio a scendere in campo per gestire direttamente la vicenda, che sta provocando enormi disagi ai lavoratori interessati e alle loro famiglie, oltre che privare gli uffici giudiziari della loro valida e indispensabile professionalita’. Il Ministero di Grazia e Giustizia non puo’ continuare a fare orecchie da mercante, ma deve, con tutta urgenza, adoperarsi, in concerto con la Regione, ad affrontare e risolvere la vertenza dei ‘tirocinanti della Giustizia’”.