Ponte Stretto: Siclari (FI), “Per un vero rilancio del territorio”

Catanzaro – “Il Ponte sullo Stretto non e’ passato ma presente e futuro. Non possiamo lasciare morire il Meridione isolandolo e spopolandolo, costringendolo a continuare a vivere di assistenzialismo riducendo il Pil delle nostre regioni e creando ulteriore disoccupazione. Di Maio vuole valutare il costo/beneficio delle grandi opere ed infrastrutture? Allora abbia l’onesta e il rispetto verso i cittadini, di istituire una commissione d’inchiesta parlamentare per le infrastrutture e verificare in modo serio e concreto il valore della opere”. Lo ha detto il senatore di Forza Italia Marco Siclari e’ durante l’incontro organizzato a Messina sul tema “Ponte: sviluppo e lavoro”.
“Il ponte sara’ il vero rilancio del territorio perche’ – ha aggiunto portera’ l’alta velocita’ ferroviaria che non puo’ non essere prevista nel progetto di questa grande opera e che permettera’ il rilancio dei porti calabresi e siciliani che potranno trasportare le merci in maniera veloce. Questo non fara’ altro che portare occupazione e turismo, dara’ una concreta possibilita’ di sviluppo alla Calabria e alla Sicilia che, finalmente, daranno un impulso al rilancio di tutto il paese perche’ non esiste un Italia forte senza un Sud forte. Il ponte e le infrastrutture sono una battaglia che il nostro partito intende portare avanti giornalmente. Vogliamo dare lavoro a vita e non cento euro al mese per un anno. Vorrei sapere se la Lega e’ ancora favorevole al ponte cosi’ come lo e’ stata per 25 anni di alleanza nel centrodestra. Al Sud ci sono competenze e capacita’, vogliamo lavoro di dignita’ non reddito”.