Confagricoltura: Statti, 70 anni impegno sono eredita’ importante

Catanzaro – “Nel 2019 Confagricoltura celebrera’ i 70 anni dalla costituzione, si tratta di un avvenimento importante e per il quale e’ previsto un lungo elenco di iniziative”. Lo dichiara il Presidente di Confagricoltura Calabria, Alberto Statti, per il quale “i settant’anni della nostra organizzazione di rappresentanza costituiscono il punto di arrivo di un lungo percorso che ci ha visto impegnati al fianco di quelle imprese agricole capaci di rendere il nostro sistema agroalimentare un asset determinante e strategico per i destini dell’Italia. Allo stesso tempo – aggiunge Statti – le celebrazioni costituiranno il punto di partenza per un impegno che sara’, certamente, ancora piu’ forte, determinato ed all’insegna di quelle parole d’ordine che caratterizzano Confagricoltura. Mi riferisco all’innovazione, all’internazionalizzazione, alla capacita’ di quelle imprese agricole che producono cibo, tutelano l’identita’, promuovono e veicolano il territorio, garantiscono reddito ed occupazione, forniscono un numero di servizi in costante crescita”.
Per Statti, “70 anni di impegno sindacale sono una eredita’ importante ed oggi piu’ che mai siamo impegnati a rappresentare un’agricoltura radicalmente mutata, con nuove esigenze e sempre piu’ ambiziose prospettive. Le celebrazioni – prosegue Statti – sono gia’ iniziate con la concretezza a cui tanto teniamo, ed in particolare con la firma – alla presenza del Ministro dell’Agricoltura Gian Marco Centinaio, di un protocollo d’intesa con l’Ambasciata d’Israele in Italia all’insegna della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica. Confagricoltura Calabria ha partecipato con convinzione – sottolinea – anche perche’ per la nostra regione i Paesi della sponda Sud del Mediterraneo sono e saranno sempre di piu’ un punto di riferimento a cui guardare in termini di mercato, competizione, tecniche produttive, strategie di crescita”.

Israele, in particolare, afferma Statti, “e’ considerata come uno dei Paesi piu’ avanzati le tecniche introdotte nell’agricoltura, pensiamo ad esempio alla ricerca ed ai risultati ottenuti nello sfruttamento e nel razionale utilizzo delle acque per l’irrigazione, nell’allevamento, nello sviluppo e nella produzione di sementi, nell’agro-tecnologia, nell’ingegneria meccanica, nell’agricoltura di precisione. D’altro canto – conclude Statti – si tratta di un Paese che vanta un centro di ricerca applicata nel settore agricolo e delle scienze ambientali che e’ uno dei piu’ rinomati al mondo. Il protocollo d’intesa – firmato dal presidente nazionale Massimiliano Giansanti e dall’Ambasciatore d’Israele Ofer Sachs – prevede di promuovere l’informazione e la formazione degli imprenditori agricoli associati a Confagricoltura sui moderni risultati della ricerca realizzata in Israele per il settore agricolo. Come federazione regionale – conclude – saremo in prima linea nel valorizzare e cogliere tutte le opportunita’ di questo accordo perche’ sono molte le affinita’ e le difficolta’ territoriali e produttive che ci avvicinano ad Israele”.