Letto Crati occupato da agrumeti, allarme Comune Cassano Ionio

Cosenza  – “Il Comune di Cassano All’Ionio, ha chiamato in causa la Protezione Civile Regionale per verificare lo stato dell’argine del fiume Crati”. Lo si legge in una nota diffusa oggi dall’amministrazione municipale, in relazione alle condizioni degli argini del fiume Crati, che e’ gia’ straripato piu’ volte causando gravi danni. Nella nota si citano gli esiti di un sopralluogo “effettuato a ridosso degli argini e dei punti di attraversamento del fiume” e dal quale si evincerebbe “un’occupazione minima della sezione idraulica di deflusso del fiume, circa un quinto dell’alveo, e cio’ ha permesso di rilevare la presenza diffusa e fitta di arbusti di varia natura e dimensioni. I responsabili dei settori lavori pubblici e polizia locale, Calabro’ e Santagada, hanno, inoltre segnalato – si legge ancora nella missiva – che durante il sopralluogo sono stati rilevati diversi impianti di agrumeti che occupano in parte l’alveo per tutto il suo sviluppo planimetrico fino alla prossimita’ della foce. Da qui, la richiesta ai destinatari della missiva di effettuare un urgente sopralluogo per verificare lo stato di fatto dell’alveo e degli argini del fiume, nonche’ per definire possibili interventi da effettuare nell’immediato al fine di eliminare o mitigare le criticita’ rilevate e ripristinare l’officiosita’ idraulica del fiume Crati. Una iniziativa necessaria, – conclude la nota – destinata a prevenire una possibile esondazione del corso d’acqua, cosi’ come ebbe a verificarsi in corrispondenza dell’argine destro, lato Corigliano – Frazione Thurio, lo scorso 28 novembre 2018.