‘Ndrangheta: i clan arrivati anche in Valle d’Aosta, arresti

Roma  – Blitz dei carabinieri contro la ‘ndrangheta in Valle d’Aosta. I militari del Ros e del gruppo di Aosta impegnati nell’operazione “Geenna” stanno eseguendo diversi provvedimenti cautelari a carico di appartenenti ad un’organizzazione operante nella zona: l’attivita’ e’ estesa anche alla Calabria, al Piemonte, alla Lombardia, alla Sicilia ed alla Liguria.
Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Torino, hanno documentato per la prima volta che “la ‘ndrangheta era operativa con una propria stabile struttura ad Aosta, infiltrando pesantemente il tessuto economico, sociale e politico della regione”.

‘Ndrangheta: ad Aosta affari del can Nirta-Scalzone di San Luca
Nel blitz di stamattina contro la ‘ndrangheta in Valle d’Aosta i Carabinieri hanno disarticolato la struttura ‘ndranghetista di Aosta, emanazione della cosca Nirta-Scalzone di San Luca. Le indagini hanno ricostruito “uno scenario di pervasiva infiltrazione mafiosa nel tessuto economico-imprenditoriale a partire dal 2014”. Il sodalizio era anche coinvolto nell’importazione di ingenti partite di cocaina tra Spagna, Calabria e Piemonte. In corso numerose perquisizioni in varie regioni. I particolari saranno illustrati in una conferenza stampa in programma alle 11 in procura a Torino.