Malacaria: Bova, “C’e’ molto da imparare dal suo ricordo”

Catanzaro  – “Anche questo 4 febbraio, i cittadini di Catanzaro e il popolo della sinistra si ritroveranno in Piazzetta della Liberta’ per ricordare la figura di Giuseppe Malacaria, a 48 anni dal suo assassinio avvenuto nel pieno centro del capoluogo durante una manifestazione antifascista. Purtroppo oggi non potro’ essere presente alla commemorazione a causa di impegni istituzionali precedentemente assunti che mi vedranno impegnato insieme al presidente della Commissione Parlamentare Antimafia icola Morra a Cassano allo Jonio per la costituzione del Comitato della legalita’ per la Sibaritide, ma al di la’ della distanza che mi separera’ fisicamente dal ricordo di Malacaria, saro’ presente moralmente e orgogliosamente accanto a quei catanzaresi che questa sera, alle 18.30, si ritroveranno sotto la targa commemorativa a suo nome”. Lo scrive, in una nota, Arturo Bova presidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta.
“Dalla sua figura – continua Bova – dalla sua semplicita’, dai suoi ideali avremmo tutti molto da imparare: ucciso mentre difendeva la democrazia e la liberta’, mentre manifestava per i diritti di Catanzaro e contro le bombe fasciste che seminavano paura e distruzione in tutta la Calabria. In quei valori, nei suoi valori e’ soprattutto la sinistra che deve trovare ispirazione, prendere esempio e ripartire nella ricostruzione di quell’identita’ che si e’ smarrita nel corso degli anni e che adesso abbiamo il dovere di recuperare. E’ per questo – aggiunge – che martedi’ sera si riunira’ a Catanzaro l’assemblea provinciale di MDP – Articolo Uno: per discutere della ricostruzione e per concordare un documento politico che sara’ sottoposto al coordinamento nazionale. A cosa servirebbe ricordare uomini come Malacaria – conclude -se poi, nell’azione politica quotidiana non si ha la forza di sostenere non solo le idee politiche ma i valori umani che ne hanno ispirato il sacrificio?”.