Poliziotti feriti a Catanzaro: Fsp, “Anche qui sperimentazione taser”

Catanzaro¬† – “Siamo vicini ai colleghi della squadra volanti di Catanzaro, che ieri sera sono stati feriti da un extracomunitario che avevano fermato per un controllo, e ci complimentiamo con loro per la grande professionalita’ dimostrata, che ha consentito di non fare degenerare l’episodio che avrebbe potuto avere conseguenze ben piu’ gravi. Il giovane marocchino, infatti, ha non solo colpito piu’ volte con calci, pugni e testate gli agenti che tentavano di riportarlo alla calma, ma ha anche tentato di ferirli con un coltello”. – E’ quanto afferma Giuseppe Brugnano, segretario nazionale del sindacato di polizia Fsp – la Federazione Sindacale di Polizia che prosegue: “Restano comunque gli interrogativi su un sistema che consente di continuare a delinquere sul territorio italiano ad uno straniero gravato da numerosi precedenti, per reati di spaccio, attivita’ predatoria e atteggiamenti violenti nei confronti delle forze dell’ordine. Anche in Calabria – continua Brugnano – ad essere impegnati in una faticosa lotta nel contrasto alla criminalita’ organizzata, siamo costretti a fare i conti con una escalation di reati legata alla presenza fuori controllo di extracomunitari che dovrebbero essere espulsi dal Paese. Per questo chiediamo al ministro Salvini – conclude il segretario nazionale del sindacato di polizia – di includere anche Catanzaro tra le citta’ in cui avviare la sperimentazione del taser, in modo da consentire al personale che opera di intervenire in maggiore sicurezza in casi analoghi a quello avvenuto ieri sera. Per fermare soggetti violenti, infatti, gli Operatori di Polizia non hanno alternative tra l’intervento a mani nude e il pericoloso utilizzo delle armi”.

,