8 marzo: Catanzaro, iniziativa Questura contro violenza di genere

Catanzaro – “Un calcio alla violenza”, alla violenza di genere e a tutte le forme di violenza. E’ stato questo il titolo dell’evento di sensibilizzazione che, in occasione della Festa delle donne, la Polizia di Stato ha organizzato oggi in uno dei quartieri a piu’ alto rischio di Catanzaro, il quartiere Pistoia. L’evento e’ stato caratterizzato da una sfida di calcio a 5 tra le donne e gli uomini della Polizia e la squadra di calcio femminile Catanzaro, allenata da Giuseppe Sabadini, autentica leggenda dei colori giallorossi ai tempi della serie A: il teatro del match, al quale hanno assistito numerose persone del quartiere, e’ stato il campo di calcetto di via Caduti 16 marzo 1978. L’iniziativa “Un calcio alla violenza” e’ strettamente legata a una piu’ ampia campagna di sensibilizzazione atta a diffondere la cultura della legalita’ e del rispetto della persona, portata avanti da alcuni anni dal questore di Catanzaro, Amalia Di Ruocco.
“Siamo venuti a giocare nel rione Pistoia – ha spiegato Di Ruocco – perche’ vogliamo confermare che la Polizia in queste realta’ difficili, soprattutto nelle realta’ piu’ difficili, c’e’ sempre, di giorno e di notte, con la sua attivita’ di controllo del territorio ma anche e soprattutto di prevenzione e di ascolto. E’ questa – ha detto ancora il questore di Catanzaro – la Polizia che ci piace di piu’: quella vicina ai cittadini, quella che esce dagli uffici e si apre alla gente, quella che va nei luoghi in cui c’e’ maggiore bisogno. Perche’ in questi luoghi vive gente perbene e a loro vogliamo dare una prova della nostra presenza”.

In prima linea da un lato la squadra della Polizia di Stato, della Questura di Catanzaro, composta da Maurotti Antonio, Minnici Gianni, Fasanaro Saverio, Nosdeo Francesco, Cortese Simone, Mancuso Giuseppe, dall’altro le atlete della squadra di Calcio femminile del Catanzaro, composta da Zangari Valentina, Criseo Giulia, Vittoria Markevich, Alessia Torano, Alessia Moscatello, Giulia Verrino, Giada Rania Federica Cardone, Erica Pellegrino Elisabetta Cardamone, guidate dal mister Giuseppe Sabadini e dal presidente Giacomo Moscatello. Una partita di calcio a 5, arbitrata dall’arbitro federale Rebecca Longo, un inedito derby in favore e a sostegno delle donne vittime di violenza domestica.
Alcune delle componenti la Squadra erano alunne dell’Istituto De Nobili che per il secondo anno ha fatto l’esperienza dell’alternanza scuola lavoro in Questura.

Numerosi i presenti alla manifestazione, tra il pubblico non solo abitanti del quartiere e molti ragazzini, anche incuriositi per l’insolita presenza , ma anche poliziotti, i loro familiari e la stampa.
Al termine della partita i poliziotti hanno donato all’arbitro e alle giocatrici un ramoscello di mimosa.

 

,