Il tempo: previsioni di oggi e domani

Roma  – Previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare. SITUAZIONE: si allontana definitivamente la perturbazione che ancora interessa parte del sud mentre un’altra sull’Europa centrale si muove lentamente verso sud.
TEMPO PREVISTO FINO ALLA MEZZANOTTE: NORD – nuvolosita’ variabile anche consistente su Friuli-Venezia Giulia e restanti aree alpine e prealpine con isolate piogge o brevi temporali piu’ probabili e persistenti sul Friuli-Venezia Giulia; sereno o poco nuvoloso sul resto del nord con nubi a evoluzione diurna sui rilievi appenninici, con tendenza a generale aumento della nuvolosita’ per fine giornata. CENTRO E SARDEGNA – scarsa nuvolosita’ significativa e prevalente soleggiamento sulla Sardegna; cielo generalmente poco nuvoloso sulle regioni peninsulari salvo locali precipitazioni possibili fino la tarda mattina sull’Abruzzo meridionale e sui settori nord di Marche e Toscana e con locali e brevi piovaschi pomeridiani sulle aree appenniniche.

SUD E SICILIA – nuvolosita’ variabile sulla Sicilia, con locali rovesci o temporali sul settore nord fino meta’ giornata e qualche breve temporale pomeridiano sui rilievi orientali; poco nuvoloso su Campania, Molise e nord Puglia salvo residue precipitazioni al primo mattino su aree costiere e immediato entroterra di Molise e nord Puglia; nuvolosita’ irregolare a tratti intensa sul resto del sud con isolate piogge e temporali fino meta’ giornata e in successivo rapido miglioramento, seppur con brevi rovesci pomeridiani ancora possibili su Puglia meridionale e Calabria.
TEMPERATURE: minime stazionarie sui settori meridionali di Puglia e Sicilia e sulla Calabria jonica, in aumento sulla Basilicata orientale e in generale calo sul resto d’Italia; massime in calo su Sardegna, Sicilia, regioni meridionali peninsulari e su Abruzzo e settori sud di Lazio e Marche, stazionarie sul resto delle Marche e sulle pianure piemontesi e in generale aumento sul restante territorio. VENTI: –
moderati da nord-ovest con locali rinforzi sulla Sardegna; mediamente deboli occidentali sul resto d’Italia con locali rinforzi specie su Sicilia e Calabria. MARI: da molto mosso ad agitato il mare di Sardegna; molto mossi mar Ligure, canale di Sardegna, stretto di Sicilia e Tirreno centrale; mossi l’alto Tirreno, l’Adriatico, lo Jonio settentrionale e il Tirreno meridionale, con moto ondoso in aumento sul Tirreno meridionale e in diminuzione sull’Adriatico iniziando da nord; da mosso a molto mosso lo Jonio meridionale.

TEMPO PREVISTO PER DOMANI: NORD – al mattino molte nubi su Triveneto, Lombardia orientale ed Emilia-Romagna con rovesci o temporali da sparsi a diffusi, piu’ intensi su Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Dal pomeriggio diradamento della nuvolosita’ su Lombardia, Triveneto occidentale ed Emilia-Romagna. Sul resto del nord cielo cielo in generale poco nuvoloso con al piu’ deboli locali fenomeni lungo i rilievi confinali. CENTRO E SARDEGNA – al mattino cielo parzialmente nuvoloso sulle regioni peninsulari con deboli locali piogge o rovesci; cielo sereno o poco nuvoloso sull’isola. Dal pomeriggio diradamento della nuvolosita’ sulla Toscana, in estensione serale anche ad Umbria e Marche. SUD E SICILIA – addensamenti compatti sulle regioni tirreniche peninsulari, con deboli piogge o rovesci sparsi, in estensione serale anche a Molise e Puglia garganica; cielo poco nuvoloso o velato altrove.
TEMPERATURE: minime in diminuzione anche sensibile al sud, generalmente stazionarie sul resto del paese; massime in diminuzione al nord, piu’ marcata su Friuli-Venezia Giulia, Veneto e Romagna, in lieve calo sulle regioni tirreniche, senza variazioni di rilievo altrove. VENTI: da moderati a forti di maestrale sulla Sardegna e da nord-est sulle aree costiere adriatiche settentrionali; da deboli a moderati settentrionali nelle vallate alpine di Piemonte e Valle d’Aosta ed al sud, con locali rinforzi sull’Appennino meridionale; deboli di direzione variabile altrove. MARI: da molto mossi a localmente agitati il mare di Sardegna e il Tirreno centrale parte ovest; da poco mosso a mossi l’Adriatico e lo Ionio, con aumento del moto ondoso fino a molto mosso sull’Adriatico settentrionale; da mossi a molto mossi i restanti mari.