Il tempo: domani temporali al Centro e al Sud

Roma – Previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.
SITUAZIONE: al nord e sulle regioni centrali tirreniche la pressione è in aumento mentre il sud continua ad essere interessato da una circolazione depressionaria che determina condizioni di instabilità atmosferica al meridione e sulle centrali adriatiche.
TEMPO PREVISTO FINO ALLE ORE 06.00 DI DOMANI: NORD – iniziali condizioni di cielo generalmente parzialmente nuvoloso con possibilità di isolate precipitazioni sulle prealpi lombarde e venete. in serata generale aumento della nuvolosità soprattutto su triveneto, romagna e settori occidentali con precipitazioni nella mattinata di domani su Liguria, settori alpini occidentali, triveneto e coste della romagna. CENTRO E SARDEGNA: molto nuvoloso o coperto su Marche ed Abruzzo con precipitazioni sparse e nevicate a quote superiori ai 1200 metri; parzialmente nuvoloso sulla Sardegna con annuvolamenti più consistenti sulle aree orientali e meridionali dell’isola dove si potranno avere isolati rovesci nel pomeriggio; nubi sparse sulle restanti regioni con schiarite anche ampie sulla aree costiere e annuvolamenti più consistenti nelle zone interne del Lazio. possibilità di isolate precipitazioni sul Lazio centro meridionale. SUD E SICILIA: generalmente molto nuvoloso sul settore con associate precipitazioni sparse e isolati temporali. fenomeni e nubi in attenuazione serale. nella mattinata di domani possibilità di isolate precipitazioni su Campania parte tirrenica della Sicilia Calabria e Basilicata. TEMPERATURE: massime in aumento sulle due isole maggiori ed in generale diminuzione sul resto della penisola. minime di domani mattina in calo soprattutto al nord ed in maniera meno significativa sul restante settore peninsulare, stazionarie sulle due isole maggiori. VENTI: deboli variabili al nord con rinforzi da nord est sull’alto Adriatico e con tendenza a disporsi dai quadranti settentrionali intensificando sulle aree alpine. deboli variabili su Sicilia, Basilicata, Calabria e Puglia centro meridionale con rinforzi da nord ovest sulle aree occidentali dell’isola e da sud est sulla Puglia; in prevalenza moderati nord orientali sul resto della penisola con rinforzi anche consistenti su Marche, Umbria, Toscana, Lazio settentrionale, Molise, Puglia settentrionale e Sardegna orientale. MARI: da mossi a molto mossi lo Stretto di Sicilia, il canale ed il mare di Sardegna, il Mar Ligure ed il Tirreno settentrionale; agitati il Tirreno occidentale, il medio e l’alto Adriatico; generalmente mossi gli altri mari.

 

TEMPO PREVISTO PER DOMANI: NORD – prevalenza di schiarite sul settore centroccidentale, a parte residui rovesci attesi al primo mattino sui rilievi alpini di Valle d’Aosta e Piemonte e sul Ponente Ligure. addensamenti nuvolosi fino al tardo pomeriggio su triveneto e su gran parte dell’Emilia Romagna, dove saranno ancora possibili deboli fenomeni; dalle ore serali generale esaurimento delle precipitazioni anche su queste zone. CENTRO E SARDEGNA: condizioni di tempo instabile su tutte le regioni con rovesci e qualche temporale sparso; qualche fiocco di neve sui rilievi abruzzesi oltre i 900-1000 metri. dal tardo pomeriggio attenuazione dei fenomeni ad eccezione di Sardegna nordorientale, Abruzzo e Lazio, con locali fenomeni serali anche di forte intensità attesi nella sera su quest’ultima regione; schiarite serali invece sul resto dell’isola e sulla Toscana. SUD E SICILIA: molte nubi ovunque con associati rovesci e temporali sparsi che dal settore tirrenico si estenderanno nel pomeriggio al restante meridione, mentre tenderanno ad esaurirsi sulla Sicilia centromeridionale. TEMPERATURE: minime stazionarie su isole maggiori, Basilicata tirrenica, Calabria e Sicilia; in calo altrove. massime in sensibile diminuzione su Val Padana, restante territorio emiliano-romagnolo, Sardegna, Toscana e Lazio, meno deciso su Valle d’Aosta, Puglia, Basilicata e nord Calabria; in lieve aumento sul resto della penisola. VENTI: in prevalenza deboli: dai quadranti settentrionali su Liguria, aree alpine, restante triveneto, Emilia Romagna e su gran parte delle regioni centrali; orientali sul rimanente settentrione con occasionali rinforzi; occidentali sulle regioni meridionali tirreniche ed intorno sud-est sul resto del sud. MARI: da mossi a molto mossi il Mare e Canale di Sardegna, il Tirreno meridionale e lo Stretto di Sicilia; mosso il Tirreno centrale; da poco mossi a mossi gli altri mari.