Il tempo: domani ancora nuvole e pioggia sull’Italia

Roma – Previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.
SITUAZIONE: un nuovo impulso di aria fredda ed instabile, di origine nord-europea, va ad approfondire una circolazione depressionaria già presente sullo scenario della penisola, determinando condizioni di tempo perturbato.
TEMPO PREVISTO FINO ALLE ORE 06.00 DI DOMANI: NORD – bello e soleggiato su Valle d’Aosta, Piemonte, ovest Lombardia e Liguria salvo qualche addensamento pomeridiano. Molto nuvoloso sul resto del nord con deboli precipitazioni sulle aree appenniniche dell’Emilia-Romagna e su quelle pianeggianti di Veneto e Friuli Venezia-Giulia. Rapido e deciso miglioramento dal tardo pomeriggio con schiarite sempre più ampie anche se qualche residuo addensamento sarà ancora presente sull’appennino romagnolo e sul Friuli Venezia-Giulia. CENTRO E SARDEGNA – molte nubi ovunque con precipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco e localmente forti su Sardegna, Lazio, appennino abruzzese e settore meridionale di Toscana e Umbria. Nevicate sui rilievi abruzzesi oltre quota 1500 metri. In serata miglioramento atteso su Sardegna occidentale, nord Lazio, Toscana e Umbria con ampi rasserenamenti su queste ultime due regioni, peggiora invece sul resto dell’Abruzzo. Durante la notte cessano i fenomeni anche sulla restante parte del Lazio mentre qualche debole pioggia o rovescio si manifesterà ancora sul nord-est della Sardegna e sull’Abruzzo. Possibili riduzioni di visibilità, al primo mattino lungo le vallate. SUD E SICILIA – nuvolosità estesa su tutte le regioni con piogge e rovesci sparsi tranne che su Puglia garganica, coste molisane e versante meridionale della Sicilia; isolati temporali tenderanno invece ad interessare le aree tirreniche peninsulari. Durante le ore serali le piogge arriveranno anche sul gargano mentre si assisterà ad una temporanea attenuazione dei fenomeni sulla Sicilia e sul Salento. Nuovo peggioramento sull’isola, nella notte, con temporali diffusi e, localmente, anche di forte intensità. TEMPERATURE: massime in deciso calo al nord, Toscana, Lazio e Sardegna; senza variazioni di rilievo sul resto della penisola; minime in diminuzione al nord-ovest, settore occidentale di Lombardia ed Emilia-Romagna, nord Toscana e Sardegna; in rialzo sulla Sicilia; stazionarie o in lieve aumento altrove.

 

VENTI: moderati da nord-est al centro e sulla Sardegna con qualche rinforzo da nord su quest’ultima; deboli, localmente moderati sud-occidentali al meridione; deboli variabili al nord. MARI: molto mossi i mari circostanti la Sardegna; generalmente mossi i restanti mari con tendenza ad attenuazione del moto ondoso su Ligure, basso Adriatico e Jonio settentrionale.
TEMPO PREVISTO PER DOMANI: NORD – addensamenti consistenti al mattino su alpi, prealpi, triveneto ed Emilia-Romagna, con deboli locali piovaschi e prevalenza di bel tempo altrove. Dal pomeriggio diradamento della nuvolosità in pianura padana. CENTRO E SARDEGNA – spazi di sereno al primo mattino su Sardegna occidentale ed aree tirreniche toscane, mentre molte nubi interesseranno il resto del centro con qualche rovescio associato su Sardegna nordorientale e Lazio centromeridionale. Nel corso della mattinata copertura in generale aumento sulle aree peninsulari con deboli piovaschi attesi fino al tardo pomeriggio sulle zone appenniniche e sulle restanti aree di Marche ed Abruzzo; nella sera tornano estese schiarite un po ovunque, a parte residui addensamenti che interesseranno i rilievi dell’appennino ed il basso Lazio. SUD E SICILIA – cielo molto nuvoloso o coperto con rovesci e temporali diffusi, localmente anche intensi su Calabria meridionale e Sicilia orientale, dove si attarderanno fino alle ore serali; tra tardo pomeriggio e serata attesa invece una graduale attenuazione delle precipitazioni sul resto del meridione con ampie aperture su Molise, alta Campania e Sicilia centroccidentale. TEMPERATURE: minime in flessione sulle aree pianeggianti del Piemonte e sulla Sardegna, in rialzo altrove; massime in diminuzione su Calabria centromeridionale e Sicilia; pressochè stazionarie sulle restanti regioni ioniche, in aumento sul resto del Paese più marcato su pianura padana e regioni centrali tirreniche. VENTI: deboli variabili sulle aree alpine ed orientali sul restante settentrione; deboli dai quadranti settentrionali al centro, Sardegna compresa; da deboli a moderati al meridione: nordorientali su Molise e Campania, intorno nord-ovest sulle restanti regioni tirreniche con ulteriori rinforzi sulla Sicilia e meridionali su quelle ioniche con tendenza dal pomeriggio a disporsi da settentrione. MARI: molto mosso lo stretto di Sicilia; da mossi a molto mossi il basso Tirreno, il mar Jonio ed il canale di Sardegna, quest’ultimo con moto ondoso in attenuazione dalla serata; mossi il mare di Sardegna, il Tirreno ed Adriatico centrali; da poco mossi a mossi i restanti bacini.