Il tempo: domani sole e caldo su gran parte della Penisola

Roma – Previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.
SITUAZIONE: correnti di aria umida e instabile interessano il nord Italia e si dimostrano più attive sul settore alpino e prealpino, sul resto del Paese prevalgono condizioni di stabilità atmosferica.
TEMPO PREVISTO FINO ALLE ORE 06.00 DI DOMANI: NORD – su tutte le regioni nuvolosità irregolare a tratti intensa, con addensamenti più consistenti su alpi e prealpi dove si avranno rovesci e temporali sparsi, specie sulle aree centro-occidentali, con isolati fenomeni in sconfinamento serale e notturno sulle pianure piemontesi e della Lombardia centro-occidentale. Nel primo pomeriggio isolate piogge o brevi rovesci possibili anche sulla Liguria, specie settore di ponente. CENTRO E SARDEGNA – nubi medio-alte stratiformi anche estese ma sostanzialmente innocue, con addensamenti più significativi dalla sera e nella notte su ovest Sardegna e coste toscane. SUD E SICILIA – ampio e prevalente soleggiamento, seppur con deboli velature e qualche addensamento più consistente sulla Sicilia dalla sera/notte. TEMPERATURE: massime in netta diminuzione sulla Sardegna centro-occidentale e in misura minore su Liguria, Sicilia meridionale e aree joniche di Basilicata, Calabria e Puglia, in aumento su Sardegna orientale, Puglia garganica, Molise, Abruzzo, Marche, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia; minime in calo anche marcato sulla Sardegna e in misura minore su valle d’Aosta, Piemonte, nord Lombardia, Liguria, appennino emiliano-romagnolo, Toscana, Lazio, Campania, Sicilia e settori jonici di Calabria e Basilicata, in aumento su Friuli Venezia Giulia e resto dell’Emilia Romagna. VENTI: mediamente deboli meridionali su isole maggiori e centro-sud peninsulare con locali rinforzi su Sardegna, Toscana, Marche, Umbria e Lazio; deboli meridionali su alpi e prealpi e con raffiche durante i temporali, deboli in prevalenza dai quadranti orientali sul resto del nord con rinforzi lungo le coste adriatiche e sulla pianura padana centro-orientale.

 

MARI: poco mossi medio-basso Adriatico, Jonio settentrionale e Tirreno sud-orientale, da poco mossi a mossi alto Adriatico, stretto di Sicilia e Jonio meridionale con quest’ultimo tendente a poco mosso; mossi i restanti mari con moto ondoso in aumento su mare e canale di Sardegna.
TEMPO PREVISTO PER DOMANI: NORD – al primo mattino molte nubi su valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia e Trentino-Alto Adige, con rovesci o temporali diffusi, più intensi sull’area alpina a prealpina di Piemonte e Lombardia, e sul Trentino Alto-Adige; cielo in generale poco nuvoloso o velato sul resto del settentrione, con tendenza ad ampi rasserenamenti. Dalla seconda parte della mattinata parziale attenuazione dei fenomeni sulle aree alpine e prealpine centrorientali e generale diradamento delle velature. Dal pomeriggio tendenza a nuova intensificazione dei fenomeni dapprima sulla Lombardia centrosettentrionale, in successiva estensione serale anche al Trentino-Alto Adige. CENTRO E SARDEGNA – sulla Sardegna un pò di nubi basse al primo mattino sul settore occidentale, ma in successivo dissolvimento; cielo in generale velato sul resto dell’isola tendente a divenire poco nuvoloso dal pomeriggio. Altrove estese velature, tendenti al diradamento dal pomeriggio. SUD E SICILIA – ancora molto sole e scarsa nuvolosità, costituita per lo più da nubi alte e sottili. TEMPERATURE: minime in sensibile diminuzione sulla Sardegna, meno consistente su Liguria, Toscana e alto Lazio, stazionarie o in lieve diminuzione sulle restanti regioni centroccidentali del nord e restanti regioni tirreniche, in tenue rialzo su Veneto orientale, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna orientale e regioni centrali adriatiche; senza variazioni di rilievo altrove; massime in flessione su aree prealpine centroccidentali, Sardegna centrorientale, Toscana, Lazio, Campania e lungo le aree costiere ioniche; in aumento su pianure lombarde ed emiliano-romagnola, Molise orientale ed entroterra della Puglia salentina; stazionarie sul resto del Paese. VENTI: da deboli a moderati di maestrale sulla Sardegna, orientali sulla pianura padana con ulteriori rinforzi sulla Lombardia, e meridionali sul restante centro-nord; deboli variabili al meridione. MARI: molto mosso il mar di Sardegna; da mosso a molto mosso il canale di Sardegna; mosso il mar Ligure; da poco mossi a mossi lo stretto di Sicilia, il Tirreno occidentale e l’Adriatico settentrionale; quasi calmi o poco mossi i restanti bacini.