Legalità: progetti Questura in scuole Catanzarese, ora campi estivi

Catanzaro  – L’impegno della Polizia di Stato con gli studenti non finisce con la chiusura dell’anno scolastico, con diversi progetti rivolti proprio ai giovani studenti. Quest’anno i poliziotti della Questura di Catanzaro che si sono occupati di educazione alla legalità sono stati 13, di ogni grado e appartenenti a diversi uffici della Questura e dei Commissariati di Catanzaro Lido e Lamezia Terme, della Polizia Stradale e della Polizia Postale. Con loro il funzionario amministrativo sociale dell’Ufficio minori della divisione anticrimine. I poliziotti nelle scuole hanno voluto trasmettere ai ragazzi la convinzione che imparando a fare scelte giuste ciascuno di noi e tutti insieme possiamo cambiare il mondo, possiamo avere una società giusta e vivibile per tutti. Questa estate, come quella 2018, i progetti proseguiranno anche nei “Campi Scuola”, dopo che nel corso dell’anno scolastico 2018/2019 sono stati effettuati 74 incontri con gli studenti degli istituti scolastici della provincia di Catanzaro, a cui hanno partecipato 4.535 alunni. Bullismo, cyber bullismo, rispetto delle regole, uso di sostanze (alcool e droga), fenomeno mafioso: sono questi i temi più richiesti dai docenti. Tra le iniziative svolte, la seconda edizione del concorso “PretenDiamo legalità a scuola con il Commissario Mascherpa” promosso dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione – Università e Ricerca, quindi anche “Una vita da Social” e molte altre. Il questore Amalia Di Ruocco, che crede fortemente in questa grande opera di prevenzione che è il progetto di educazione alla legalità, promuovendolo e seguendolo passo passo ogni anno, consegnerà al personale che ha portato avanti queste iniziative un attestato di riconoscimento e apprezzamento.

,