Ambiente: denunciato 47enne, accusato di furto venatorio

Reggio Calabria – Nei giorni scorsi, nell’ambito dei servizi di controllo straordinario del territorio disposti dalla Compagnia Carabinieri di Villa San Giovanni, finalizzati alla repressione dei reati in genere con particolare attenzione a quelli di natura predatoria, è stato deferito all’autorità giudiziaria un 47enne, originario di Palmi, ma residente a Villa San Giovanni, accusato di furto venatorio, maltrattamento di animali e detenzione di specie di animali non consentite.
In particolare, durante una perquisizione eseguita nell’abitazione dell’uomo a Villa San Giovanni, i militari della Compagnia Carabinieri hanno rinvenuto sul terrazzo dell’immobile, due gabbie anguste, con all’interno rispettivamente un cardellino appartenente alla famiglia dei fringillidi ed un merlo appartenente alla famiglia turdidae.
I militari dell’Arma, riconoscendo esemplari prelevati in natura e quindi patrimonio dello Stato, hanno richiesto l’ausilio dei colleghi forestali della Stazione di San Roberto, i quali hanno constatato che i volatili alloggiavano in gabbie molto piccole e sporche e presentavano lesioni al becco e alla coda.
A tal evidenza, la Stazione di San Roberto ha proceduto al sequestro dei volatili e al loro affido in custodia giudiziale al Centro Recupero Fauna Selvatica di Messina, per il successivo recupero della fauna ed il rilascio in natura, non appena ripristinate le loro condizioni fisiche.

,