Controlli in circoli ricreativi del Cosentino, denuncia e sanzione

Cosenza  – La polizia nella provincia di Cosenza ha intensificato l’attività di controllo dei circoli privati, soprattutto nel capoluogo, dato che in alcuni di essi vengono condotte attività illegali di gioco e raccolta scommesse. Nel corso di uno dei controlli, in collaborazione con personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in un circolo in un paese dell’hinterland cosentino, del quale è titolare C.U.F., 44 anni, si è riscontrato che questi era privo di qualsiasi concessione, autorizzazione o licenza per l’attività di accettare anche per via telematica scommesse. Attività che pubblicizzava attraverso cartelli e un’insegna luminosa, senza la tabella dei giochi proibiti. Sono state quindi sottoposte a sequestro penale o amministrativo 10 slot machine non collegate alla rete statale e prive della prevista scheda identificativa; 10 computer abilitati alle scommesse telematiche, utilizzati per la raccolta di scommesse su piattaforme di gioco online non autorizzate; 2 stampanti termiche per ricevute di scommesse; 1 apparecchio da gioco ‘Redemption’. L’uomo è stato denunciato ed è prevista una sanzione fino a 100mila euro.

,