Sicurezza: Maccari (Fsp), a Salvini chiediamo risposte concrete

Catanzaro – “Non possiamo più dire che siamo in luna di miele, ora si pretendono risposte concrete e non solo entusiasmo”. Lo ha detto il vicepresidente nazionale della Federazione Sindacale di Polizia, Franco Maccari, in Calabria per una serie di iniziative del sindacato, commentando l’arrivo del Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per il tour estivo che toccherà anche questa regione. Maccari ha evidenziato: “Capisco che non è facile, ma ora è necessario che i tour si facciano per dare risposte. La sicurezza deve essere intesa nel significato più nobile, è ora che i presidi rimangano anche quando il Ministro va via. E’ vero che qualcosa è stato fatto sul personale e sugli stanziamenti, ma dopo dieci anni di saccheggio anche in Calabria non bastano più i provvedimenti tampone che sono anche importanti ma che devono essere sostituiti da uno scatto di reni più forte”. Questi interventi concreti, secondo Maccari, “devono riguardare tutte le forze dell’ordine e di polizia, anche perché altrimenti passerà l’entusiasmo anche nei confronti del Ministro”.

 

Giustizia: Maccari (Fsp), dopo decreti sicurezza servono riforme
“I Decreti sicurezza vanno bene, ma abbiamo bisogno di riforme strutturali, cambiando strutturalmente con una riforma della giustizia, del codice di procedura penale e del codice penale, altrimenti si continuerà a dire che ‘noi li arrestiamo, ma poi li liberano subito’”. Lo ha detto il vicepresidente nazionale della Federazione Sindacale di Polizia, Franco Maccari, in Calabria per una serie di iniziative a partire dal raduno estivo del sindacato in programma a Paola venerdì 9 agosto. Tra le riforme citate da Maccari c’è “la separazione delle carriere”, ma anche “l’analisi della magistratura su alcune interpretazioni anche sconcertanti, al punto che i tre gradi di giudizio diventano un terno al lotto”. “Non mi interessa la polemica – ha concluso Maccari – ma dobbiamo cambiare radicalmente per una giustizia ed una sicurezza più vere”.