Violenza donne: maltratta moglie e figlia marocchino finisce in galera

Catanzaro – Un cittadino marocchino F.A. di anni 48, residente a Catanzaro, è stato tratto in arresto dalla Polizia  in esecuzione di una ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere, emessa dal Gip, Giacinta Santaniello presso il Tribunale di Catanzaro, perché responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggrava-te nei confronti dell’ex coniuge M.D. di anni 37 e della figlia F.S. di anni 17.

L’uomo già destinatario di della misura cautelare dell’allontanamento della ca-sa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla stessa, reiterava comportamenti violenti e aggressivi nei confronti delle donne proferendo minacce dirette specificatamente alla ex moglie quali: “ Ti sgozzo con le mie mani”, anche al-la presenza dei poliziotti che hanno consentito di circostanziare la gravità dei reati e la pericolosità del soggetto.

L’abitualità e il perdurare delle gravi azioni lesive dell’integrità fisica e morale della donna, sottoposta ad attività persecutorie, vessatorie e a durevoli sofferenze fi-siche e morali, consentivano all’AG di emettere pertanto idonea misura cautelare.

,