Rubano ruota auto a Catanzaro, due arresti e due denunce

Catanzaro – Due arresti e due denunce a Catanzaro per il reato di furto aggravato in concorso. Grazie alla collaborazione di un cittadino, questa notte due uomini,che, armeggiavano su di un’autovettura parcheggiata in Via Bezzecca nel Quartiere Corvo, sono stati fermati dalla Polizia di Stato. La segnalazione è giunta intorno all’una di notte alla sala operativa della questura che ha immediatamente inviato sul posto le volanti di zona.
Gli agenti, basandosi sulla dettagliata descrizione dei malviventi fornita dall’autore della telefonata, hanno individuato e bloccato in pochi minuti i due che al suono delle sirene si erano dati alla fuga in direzioni opposte al luogo del furto, imbattendosi ciascuno in una pattuglia della Polizia di Stato. Entrambi i fuggitivi erano agitati e con le mani sporche di grasso. Nel frattempo una pattuglia della Guardia di Finanza cha notato in un’area di parcheggio una Lancia Y posta su dei mattoni, con ancora il crick montato e soprattutto priva della ruota posteriore sinistra. A pochi metri era presente un’altra Lancia Y di colore blu con due persone a bordo che immediatamente sono state bloccate.

I poliziotti hanno eseguito la perquisizione personale e della Lancia Y blu occupata da due ragazzi, all’interno della quale sono stati rinvenuti un cacciavite con punta a taglio, una chiave svita-bulloni perfettamente adattabile ai bulloni degli pneumatici, un passamontagna in lana di colore nero, una ruota appartenente alla Lancia Y. Il tutto è stato sequestrato. Negli Uffici della Questura, dopo le procedure di foto-segnalamento, A.M. di 24 anni e di B.F. di 22, entrambi residenti a Catanzaro, con precedenti specifici di polizia per reati contro il patrimonio, sono stati dichiarati in arresto, e su disposizione del Pm di turno sottoposti agli arrestati domiciliari nelle rispettive abitazioni, in attesa dell’udienza di convalida. Sono stati condotti in ufficio per l’identificazione anche i due minori, uno di 16 e l’altro di 17 anni, i quali, al termine delle procedure, sono stati denunciati e, su disposizione del Tribunale dei Minori, riaffidati agli esercenti la patria potestà. Alla proprietaria del veicolo è stata restituita la ruota asportata.

,