Sanità: Sposato (Cgil), “Serve intervento legislativo Governo”

Catanzaro  – “E’ importante lo sblocco delle 429 assunzioni autorizzate nella sanità calabrese”. Lo afferma il segretario generale della Cgil Calabria, Angelo Sposato. “Lo abbiamo chiesto ripetutamente e continueremo a farlo. Nelle scorse settimane – prosegue Sposato- avevamo presentato una scheda dettagliata delle emergenze. Il 17 ottobre, alla Prefettura di Catanzaro, chiederemo al commissario Cotticelli di fare una mappatura complessiva dei fabbisogni e autorizzare le altre assunzioni necessarie per mettere in sicurezza la rete ospedaliera, la rete di emergenza urgenza, i pronto soccorso, i 118, la medicina territoriale, le liste d’attesa. Chiederemo – prosegue il segretario della Cgil Calabria – di aprire una discussione sul precariato per avviare un processo di internalizzazione dei lavoratori che rischiano di rimanere fuori e perdere il lavoro, cosa questa inaccettabile. Per questo – conclude Sposato – serve un intervento legislativo del Governo nazionale, al quale, attraverso le segreterie nazionali di Cgil, Cisl e Uil e delle categorie nazionali, abbiamo chiesto un confronto”.