Ospedale Locri: reparti imbrattati con escrementi, indagini

Reggio Calabria – Ignoti la scorsa notte hanno imbrattato con escrementi i reparti di rianimazione e chirurgia dell’ospedale di Locri, nel Reggino. Il fatto, sula quale indagano i carabinieri, è stato denunciato dal sindaco, Giovanni Calabrese, che ha espresso “ferma condanna per l’assurdo e spregevole gesto verificatosi ieri in un’ala dell’ospedale di Locri. Episodio deprecabile che ha creato turbamento e dispiacere tra il personale ospedaliero al quale va la nostra sincera vicinanza e solidarietà”. «Preoccupa – aggiunge Calabrese- il fatto che all’interno della struttura ospedaliera si possa accedere e commettere indisturbati qualsivoglia azione. Non si può non garantire sicurezza e tranquillità al personale che già opera in condizioni di estremo disagio, costretti a turni massacranti e adesso, anche, vittime di atti vandalici e riprovevoli che scalfiscono la dignità umana. Ho ritenuto necessario – fa sapere il sindaco – informare dell’accaduto il signor prefetto Meloni, commissario presso l’azienda ospedaliera di Reggio Calabria, che ha immediatamente avviato una indigene interna e ha garantito massimo impegno finalizzato alla tutela dell’incolumità degli operatori ospedalieri e dei cittadini che si recano in ospedale. Esprimiamo fiducia nelle forze dell’ordine che hanno avviato le indagini auspicando che l’autore del deprecabile gesto venga individuato nel più breve tempo possibile.