Il tempo: domani nuvole e pioggia da Nord a Sud

Roma – Previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.
SITUAZIONE: l’Italia meridionale continua ad essere interessata da flusso di correnti sud occidentali umide e instabili con associato un sistema nuvoloso in lento spostamento verso sud est; al centro nord filtra aria più fresca ma sempre instabile.
TEMPO PREVISTO FINO ALLE ORE 06.00 DI DOMANI: NORD – cielo molto nuvoloso su Lombardia, Emilia Romagna e triveneto con precipitazioni deboli o localmente moderate anche sotto forma di isolati rovesci e temporali, specie sui rilievi e zone pedemontane di Lombardia e triveneto dove non si escludono nevicate al di sopra di 1500 mt; in serata residui piovaschi e deboli rovesci su Lombardia centrale, Veneto e Friuli-Venezia Giulia e miglioramento generale nella notte, salvo locali riduzioni di visibilità sulle aree pianeggianti e sulle coste venete; cielo parzialmente nuvoloso al nord-ovest con tendenza a schiarire nel corso del pomeriggio. CENTRO E SARDEGNA – cielo molto nuvoloso su Toscana, Lazio e Umbria con precipitazioni sparse anche sotto forma di rovesci e temporali, specie sulla Toscana e Umbria settentrionali con possibili sconfinamenti sulle Marche settentrionali; atteso un graduale miglioramento verso sera, salvo residui piovaschi sulla Toscana e Lazio e possibili riduzioni di visibilità nelle valli più interne delle due regioni; cielo poco nuvoloso o parzialmente nuvoloso sulle restanti aree, con ampie schiarite verso la sera. SUD E SICILIA – cielo molto nuvoloso e precipitazioni diffuse deboli o moderate su tutto il territorio, localmente più intensi sulla Campania e sulla Sicilia; nel corso della tarda serata tendenza al miglioramento su Puglia centro-settentrionale, Basilicata e Sicilia orientale. TEMPERATURE: massime in generale calo, più marcato al meridione; stazionarie sulle coste ioniche; minime in generale calo, più marcato su Emilia-Romagna, Puglia, Basilicata e Sicilia. VENTI: deboli variabili al nord Italia; deboli meridionali con raffiche nelle zone temporalesche, con rinforzi anche marcati sulle aree ioniche, sulle coste adriatiche e tirreniche settentrionali. MARI: agitati il mar di Corsica e mare di Sardegna, localmente l’Adriatico meridionale, con attenuazione del moto ondoso in tarda serata fino a molto mosso; da localmente mossi a molto mossi gli altri mari.

TEMPO PREVISTO PER DOMANI: NORD – ​inizio giornata all’insegna del cielo poco nuvoloso a parte lungo il corso del Po, dove sono attese locali foschie e banchi di nebbia. Seguirà un graduale peggioramento delle condizioni del tempo, dapprima con estesa nuvolosità e successivamente con deboli fenomeni a partire dalle regioni occidentali. Dal pomeriggio intensificazione dei fenomeni su Liguria, Emilia-Romagna occidentale ed in serata sulla Lombardia, con coinvolgimento anche del triveneto. Quota neve sulle alpi centroccidentali generalmente oltre i 1500 metri e dalla sera oltre i 1300-1400 metri su quelle centrorientali. CENTRO E SARDEGNA – al mattino annuvolamenti compatti su Sardegna occidentale, Toscana, Lazio ed Umbria, in diradamento pomeridiano su queste ultime regioni, mentre sono attesi rovesci sparsi e qualche temporale dal pomeriggio su alta Toscana e Sardegna; intensificazione serale dei fenomeni sulla Toscana settentrionale. Prevalenza di schiarite sulle restanti regioni. SUD E SICILIA – moderato maltempo su gran parte del meridione, con rovesci ed isolati temporali al primo mattino, in particolare su aree tirreniche e Puglia centromeridionale. Nel corso della mattinata attenuazione dei fenomeni, con schiarite via via più ampie su tutte le regioni, ad eccezione del Salento dove persisterà l’instabilità. TEMPERATURE: minime senza variazioni di rilievo su Veneto e Toscana ed in generale calo altrove; massime in lieve calo al nord-ovest, sull’Abruzzo, più marcato su Puglia centromeridionale, Calabria e Sicilia orientale, in rialzo su Sicilia occidentale, Campania e Puglia settentrionale e senza variazioni di rilievo sul resto del Paese. VENTI: deboli variabili al nord, con tendenza a provenire da est sulla pianura e da sud sulla Liguria con locali rinforzi; da moderati a localmente forti da ovest sulla Sardegna; da deboli a localmente moderati meridionali sul resto della Penisola, con locali rinforzi lungo le coste tirreniche centrali. MARI: mosso l’Adriatico con attenuazione del moto ondoso; molto mossi il mare e canale di Sardegna, lo stretto di Sicilia e lo Jonio; molto mossi gli altri mari ma con attenuazione del moto ondoso.