Sanità: graduatoria autisti 118, vertenza conclusa a Cosenza

Cosenza  – “Finisce oggi l’odissea burocratica carica di ostruzionismo che ha visto protagonisti i 16 autisti idonei in graduatoria del 118”. Lo dice Francesco Spadafora, portavoce dei vincitori del concorso per autisti del 118, da cui è scaturita una graduatoria che, finora, era stata disattesa. “Incisivo l’intervento dei Carabinieri del Nas di Cosenza, che hanno seguito passo passo l’iter burocratico fino alla totale chiusura della pratica – dice Spadafora – ovvero l’invio agli idonei dei telegrammi con la richiesta della disponibilità a prendere servizio”. “L’Asp di Cosenza in seguito a vari solleciti verbali, ad una prima autorizzazione scritta da parte del generale Cotticelli, ha richiesto ulteriore conferma alla struttura commissariale – dice ancora Spadafora – in seguito ad una lettera inoltrata da un sindacato che contestava tale procedura, a loro parere incoerente, quindi a favore di un nuovo concorso a discapito dello scorrimento della graduatoria, come il DCA 107 consiglia”. “Tale osservazione è risultata a parere legale della struttura commissariale non coerente con le linee guida, quindi il Generale Cotticelli ha riautorizzato per la terza e definitiva volta l’assunzione tramite scorrimento della graduatoria. Chiudiamo qui – afferma Francesco Spadafora – festeggiando questo capitolo che vede la legalità trionfare sul malaffare”. “Un ringraziamento doveroso per il supporto totale prestatoci – dice infine Spadafora – va all’onorevole Francesco Sapia ed al Senatore Nicola Morra”.