Laghi La Vota Gizzeria: Ferrara (M5S) interroga Commissione europea

Catanzaro – «Quanto tempo ancora si dovrà attendere per la rivalutazione dell’area Sic dei Laghi La Vota a Gizzeria?». Se lo chiede l’eurodeputata Laura Ferrara che oggi ha inviato apposita interrogazione alla Commissione europea circa i vari progetti finanziati con fondi europei volti
allo sviluppo di questa zona.
«Ancora oggi la zona in cui sorge l’area Sic dei Laghi La Vota si presenta in forte stato di degrado tra rifiuti e lavori mai iniziati – scrive la Ferrara -. Si tratta di un’area unica nel suo genere in Calabria. Un lago costiero naturale caratterizzato dalla mescolanza vegetazionale delle spiagge sabbiose con ambienti umidi retrodunali. Un’oasi naturalistica che negli anni è stata oggetto di propaganda e anche di diversi finanziamenti la cui finalità sarebbe dovuta essere quella di preservare e sviluppare la fauna e la flora acquatica della zona e di rivalutare l’area circostante».
«In particolare già nella passata programmazione, a beneficio di questa area Sic, furono stanziati finanziamenti europei (PO FEP 2007/2013). Altri fondi vennero reperiti nel Pisl del POR FESR Calabria 2007/2013, 2 milioni previsti per la realizzazione di sentieri nell’area parco e per la rinaturalizzazione delle sponde dei laghi. I progetti non furono realizzati e il finanziamento fu spostato sulla nuova programmazione la quale presenta già un notevole ritardo circa il crono programma degli interventi.
Non è bastato dunque il riconoscimento dell’area come Sito di interesse comunitario per il suo rilancio e la tutela ambientale. Nonostante la pioggia di denaro pubblico, a ben guardare lo stato dell’arte, nemmeno un euro è stato speso per la riqualificazione di questa zona. Ora attendiamo la risposta della Commissione europea per meglio comprendere se e come sono stati spesi i finanziamenti dedicati ai Laghi La Vota».