Falerna: giornata dedicata alla violenza sulle donne

Falerna – Ieri si è tenuto per la prima volta nel comune di Falerna presso la sede della società operaia in Castiglione organizzata dall’assessore con delega alla sanità del comune di Falerna Vittoria Albi,una giornata dedicata alla violenza sulle donne, con la partecipazione di illustri nella materia, in particolare con la presenza del consigliere della commissione pari opportunità della Provincia di Catanzaro Elena Morano Cinque, il presidente Commissione pari opportunità dell’ordine di avvocati di Lamezia Terme avvocato Angela Davoli, la presenza dell Avvocato Federica Cario, segretaria dello stesso cpo, la quale ha voluto insieme alla dottoressa Albi, che si svolgesse questa giornata nei miglior dei modi, invitando figure importanti affinché si potesse trasmettere un segnale anche per la comunità falernese, il presidente dell’ordine degli avvocati di Catanzaro, anche componente del CNF di Roma l’avvocato Rosalba Viscomi, con la presenza della scrittrice Bakhita Ranieri, con il suo primo libro intitolato “il grido del silenzio”. L’iniziativa è nata dall’idea comune tra un cittadino signora Letizia e lo stesso assessore, iniziativa molto apprezzata dalla Giunta. Una iniziativa così apprezzata che lo stesso sindaco Daniele Menniti, pur non essendo presente trovandosi ad Hong Kong per motivi di lavoro, ha fatto pervenire durante la serata, un video ringraziando la comunità falernese dell’iniziativa, un video molto apprezzato delle parole del Sindaco ed emozionanti per le persone presenti nella sala. Questa iniziativa è nata dalle donne che hanno sentito l esigenza di far sentire la voce delle donne anche su loro territorio, di non abbassare mai la guardia e di essere sempre attente e vigili. Oramai una piaga molto diffusa in tutto il mondo la violenza sulle donne… Nella stessa giornata è stata inaugurata la panchina rossa con una targa dedicata alla violenza sulle donne. L’assessore Albi insieme alla sua amministrazione guidata dal sindaco Menniti, hanno intenzione di voler istituire una commissione di pari opportunità nel comune di Falerna, per portare avanti la voce delle donne.