Il tempo: domani nuvole e piogge sparse da Nord a Sud

Roma – Previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.
SITUAZIONE: un flusso meridionale di aria calda ed umida sul nostro Paese determina estesa nuvolosità al nord, Toscana e Sardegna.
TEMPO PREVISTO FINO ALLE ORE 06.00 DI DOMANI: NORD – cielo molto nuvoloso o coperto su tutte le regioni, con precipitazioni generalmente sparse da deboli a moderate su Liguria, alto Piemonte, Lombardia, settore ovest dell’Emilia, Veneto settentrionale e rimanente nord-est mentre più scarsa la possibilità di fenomeni sulle restanti aree. Le precipitazioni assumeranno carattere nevoso lungo l’intero arco alpino, più consistenti sul settore occidentale, con quota neve oltre 2000 metri; foschie e locali nebbie sulla parte orientale della pianura padana nel corso della notte. CENTRO E SARDEGNA – molto nuvoloso sulla Toscana e Sardegna con sporadiche deboli precipitazioni lungo i settori costieri e settore nord della Toscana; irregolarmente nuvoloso sul resto del centro, salvo addensamenti più compatti su Umbria e alto Lazio; dopo il tramonto formazione di foschie e locali nebbie sulle zone pianeggianti e nelle valli interne. SUD E SICILIA – da parzialmente nuvoloso a molto nuvoloso sulla Puglia centro-meridionale e settori jonici penisulari con scarsa possibilità di deboli piogge nel pomeriggio-sera; sulla Sicilia nuvolosità irregolare a tratti compatta, con isolate deboli piogge soprattutto sul settore costiero centro-orientale; sereno o poco nuvoloso sul resto del meridione; dopo il tramonto formazione di locali foschie e nebbie sulle zone pianeggianti e nelle valli interne, specie su Puglia, Basilicata e settore nord della Sicilia. TEMPERATURE: massime in calo su Sardegna, Sicilia, Calabria e Basilicata, in aumento sul resto del Paese, specie su Romagna, Lombardia meridionale e basso Veneto; minime in lieve generale aumento sul Paese, valori ben al di sopra delle medie stagionali.

 

VENTI: deboli sud-orientali al nord, con locali rinforzi sulla Liguria di levante e coste adriatiche; da deboli a moderati meridionali sul resto d’Italia, con i rinforzi maggiori su Sardegna, Sicilia, Puglia e coste di Toscana e Lazio. MARI: molto mosso tendente ad agitato il settore ovest del Tirreno ed il mar Ligure; molto mossi il mare di Sardegna, l’Adriatico centro-settentrionale e il settore nord dello stretto di Sicilia, con quest’ultimo tendente ad agitato; mossi i restanti mari.
TEMPO PREVISTO PER DOMANI: NORD – ​cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni sparse sulle regioni occidentali, nonchè sui settori lombardo e friulano, più frequenti e diffuse tra Piemonte settentrionale e Lombardia nordoccidentale; i fenomeni assumeranno carattere nevoso sui rilievi alpini al di sopra dei 1300 metri. Al mattino e dopo il tramonto formazione di foschie dense e locali banchi di nebbia sulle aree pianeggianti. CENTRO E SARDEGNA – molte nubi compatte sulla Sardegna con rovesci o temporali diffusi, anche di forte intensità sul versante orientale dell’isola; copertura medio-alta sempre più diffusa sul resto del centro con ulteriori addensamenti consistenti sulle relative regioni tirreniche, associati a debolissime precipitazioni attese su nord Toscana e basso Lazio. SUD E SICILIA – nuvolosità compatta su Sicilia e Calabria centromeridionale con rovesci o temporali sparsi; velature spesse sul restante meridione, salvo nubi più significative attese sulle altre aree ioniche. TEMPERATURE: minime in rialzo sulle aree pianeggianti del settentrione, Sardegna orientale, basso Lazio, nord Campania, Calabria e Sicilia; in lieve flessione sulle aree appenniniche meridionali; stazionarie sul resto del Paese; massime in lieve aumento in pianura padana, Toscana settentrionale, Puglia e costiere ioniche calabresi; in diminuzione su Sardegna ed aree appenniniche centromeridionali; senza variazioni altrove. VENTI: da forti da sud-est su Sicilia tirrenica e Calabria centromeridionale; da deboli a moderati dai quadranti settentrionali sulla Liguria e coste nord-adriatiche ed intorno sud-est sul restante centro-sud; deboli variabili sul rimanente settentrione. MARI: agitato lo stretto di Sicilia; da molto mossi ad agitati Tirreno e Jonio centromeridionali; da mosso a molto mosso l’Adriatico; generalmente molto mossi i restanti bacini.