Polizia: Brugnano (Fsp) a questore Reggio, festa 2020 a San Luca

Catanzaro – Celebrare la festa della Polizia 2020 a San Luca. La proposta è stata avanzata da Giuseppe Brugnano, consigliere comunale di opposizione del centro aspromontano e segretario nazionale della Federazione Sindacale di Polizia, al questore di Reggio Calabria, Maurizio Vallone. In una lettera, Brugnano ha sottolineato che “lo scorso anno, in occasione del ventisettesimo anniversario della strage di Capaci, ha organizzato nel centro di San Luca una manifestazione commemorativa accendendo all’orario della strage il “braciere della Memoria” come atto del ricordo di Uomini dello Stato, deceduti per lo Stato”.
Partendo da questo, la festa della Polizia nella cittadina di San Luca avrebbe un significato particolare: “Siamo convinti che la presenza dello Stato, in ogni sua espressione, nei territori che soffrono per mancanza di legalità e per mancanza di sviluppo – ha spiegato Brugnano – possa portare un messaggio positivo nei confronti di quei tanti cittadini che vorrebbero un futuro migliore per la loro terra e per i loro figli”. Il consigliere e sindacalista di polizia ha ricordato di avere deciso di “candidarsi, in questo comune, per cercare di dare un contributo per determinare un (piccolo) cambiamento in uno dei centri nevralgici delle negatività calabresi auspicando un minimo di inversione di rotta di questa nostra “triste” terra”. Quindi, Brugnano ha ricordato che “la Polizia di Stato ha coniato uno slogan, che riecheggia soprattutto in ogni Festa della stessa Polizia, che è “in mezzo alla gente”, slogan che fa sentire la vicinanza della nostra azione operativa alla cittadinanza e che vuol rappresentare l’importanza di essere presente, come avamposto di legalità, in ogni comunità”. Da qui la proposta di organizzare l’iniziativa che “potrebbe diventare una manifestazione storica che faccia sperare in una nuova San Luca ed una Calabria diversa”.