Lamezia: bancarotta assolti Teresa Murone e Adriano Sesto

Lamezia Terme – Il Tribunale Penale di Lamezia Terme in composizione collegiale (Presidente Maria Teresa Carè, a latere i giudici Luana Lo Scanna e Annalisa Martire) in data odierna in totale accoglimento della tesi difensiva (avvocato Vincenzo Visciglia per Teresa Murone e Adriano Sesto e l’avvocato Tiziana D’Agosto solo per Adriano Sesto)hanno assolto con formula ampia perché il fatto non sussiste Murone Teresa e Sesto Adriano, accusati dall’Ufficio della Procura della Repubblica del Tribunale di Lamezia Terme di “Bancarotta fraudolenta” perchè “Murone nella qualità di amministratore e liquidatore della società S.G.S. Auto S.r.l. in liquidazione, ……… Sesto (coniuge di Murone Teresa) nella qualità di amministratore di fatto della società medesima, in concorso tra loro, allo scopo di recare pregiudizio ai creditori e di procurare a sé ed altri un ingiusto profitto, distraevano, dissipavano, e comunque occultavano i beni facenti parte del patrimonio sociale (o comunque distraevano, dissipavano, e comunque occultavano i ricavi economici provento dell’alienazione dei beni medesimi) ed in particolare non risultavano rinvenute dalla società fallimentare n. 23 autovetture intestate alla società S.G.S.”.
I difensori si dichiarano pienamente soddisfatti per essere riusciti a dimostrare l’assoluta linearità e legittimità di condotta dei propri assistiti, tesi difensiva recepita finanche dal Pubblico Ministero in aula

,