Zaky: sit-in di solidarietà all’Università della Calabria

Rende (Cosenza)  – Gli studenti dell’Università della Calabria chiedono la scarcerazione immediata di Patrick George Zaky, lo studente egiziano iscritto all’Università di Bologna e arrestato nei giorni scorsi al Cairo con l’accusa di sovversione. Oggi si è tenuto un partecipato sit-in all’ateneo di Arcavacata di Rende (Cosenza), promosso da Amnesty International Calabria e dal centro sociale Filorosso, Link, Arci Cosenza e Eos Arcigay. All’Unical studiano diversi studenti che arrivano dall’Egitto. “Accadono cose assurde per quanto riguarda i diritti umani – dicono gli studenti – e questa cosa ci preoccupa molto”.
I giovani, che hanno annunciato di voler manifestare ad oltranza, fino alla liberazione di Zaki, hanno esposto striscioni e cartelli con scritte in italiano e in arabo.