‘Ndrangheta: armi nascoste in casolare nella Locride, 2 arresti

Reggio Calabria  – A Bianco, nella Locride, agenti del commissariato di Bovalino e della Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Calabria di Siderno e del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica di Reggio Calabria, hanno effettuato numerose perquisizioni nella frazione Pardesca. All’interno di un casolare sono state trovate armi clandestine lunghe e corte e munizioni di vario calibro.
In particolare, durante le operazioni di ricerca, svolte anche con l’ausilio di un sofisticato metal detector, abbattendo di una porzione di muro perimetrale dell’immobile, è stata scoperta una nicchia, dove sono state trovate 16 pistole e fucili, quasi tutti con matricola abrasa, diverse munizioni, un caricatore e una canna di pistola.
P.R., 63 anni, e F.G., 32 anni, entrambi incensurati, sono stati arrestati e ora sono in carcere a Locriper detenzione illegale di armi clandestine e munizioni, nonché di ricettazione.