Sanità: Commissario Calabria approva nuovo Programma operativo

Catanzaro – Il commissario ad acta per la sanità calabrese, Saverio Cotticelli, ha approvato il Programma operativo 2019-2021. Il Programma operativo, approvato con un decreto adottato nei giorni scorsi e sottoscritto anche dal sub commissario Maria Crocco, è lo strumento di programmazione degli interventi di riorganizzazione, qualificazione e potenziamento del settore: il Programma operativo è uno degli adempimenti richiesti dal Tavolo Adduce, il tavolo inter-ministeriale di verifica e monitoraggio sull’attuazione del Piano di rientro, a cui è ancora sottoposta la sanità calabrese. Il Programma operativo 2019-2021 – si legge nel documento elaborato dalla struttura commissariale – “è il quarto da quando la Regione Calabria è in regime di commissariamento. In questo periodo, l’esito delle iniziative attuate per superare le numerose criticità̀ presenti al momento dell’entrata in vigore del piano di rientro ha disatteso le reali attese di cambiamento, tant’è che il Governo, con dl 35/019, convertito con la legge 60/2019, ha adottato disposizioni urgenti per il Servizio sanitario della Regione Calabria. Sebbene le criticità siano immutate, la sfida che si propone il Programma operativo 2019-21 – è scritto nel piano del commissario – è quella di affrontarle, innanzitutto valorizzando tre componenti fondamentali per l organizzazione, la governance del Programma operativo, i sistemi informativi, le persone”. In particolare – prosegue il documento – “il Programma operativo 2019-2021 si pone l’obiettivo di portare il sistema sanitario della Regione Calabria alla completa erogazione dei livelli essenziali di assistenza nel rispetto dell’equilibrio economico”. Tra gli interventi previsti nel Programma operativo, spiccano quelli in tema di gestione del personale, con la previsione di un aumento di 493 unità nel periodo considerato, gli interventi per la riorganizzazione della rete ospedaliera e assistenziale, la gestione degli investimenti.