Tentano estorsione a imprenditore che li denuncia, arrestati

Vibo Valentia – Tentata estorsione in concorso nei confronti di un imprenditore edile. Con questa accusa i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Serra San Bruno, supportati nella fase esecutiva dai militari delle Stazioni di Soriano Calabro e Vazzano e dal personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori Carabinieri “Calabria”, hanno eseguito un provvedimento cautelare agli arresti domiciliari emesso dal gip del Tribunale di Vibo su richiesta della Procura. Gli arrestati sono Domenico Tassone, 40 anni, di Vazzano, e Salvatore Zannino, 42 anni, di Sorianello.
Le indagini hanno avuto inizio nel febbraio 2019 quando un imprenditore di Arena ha denunciato un tentativo di estorsione a Soriano Calabro dove era stato avvicinato da due uomini che gli avevano chiesto mille euro (pari al 5% dell’appalto) in contanti per l’esecuzione dei lavori di pulizia delle strade nel comune di Soriano Calabro e per la “tranquillità” nella prosecuzione dei lavori.

,