Acqua: riparata in mattinata condotta a Catanzaro

Catanzaro – La Sorical ha ultimato nelle primissime ore della mattinata i lavori di riparazione del guasto alla condotta Simeri-Passante, la linea che alimenta l’impianto di potabilizzazione di Santa Domenica a Catanzaro. L’ufficio Acquedotti del Comune, di conseguenza, “ha immediatamente avviato – spiega una nota – l’apertura dei serbatoi serviti dall’impianto in modo da normalizzare l’erogazione dell’acqua potabile nel più breve tempo possibile. La distribuzione idro-potabile – si fa rilevare – è già regolarmente in corso nelle zone più basse che hanno risentito dei disagi causati dai lavori Sorical, mentre la completa normalizzazione, quindi anche nelle zone alte, dovrebbe avvenire nella tarda mattinata o, al massimo, nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 18 marzo”.
I quartieri della città rimasti senz’acqua sono stati Stadio, San Leonardo, centro storico, Campagnella, Pianocasa, Sala, Fondachello, Siano, Santo Janni, Cava, Alli, Gagliano, Mater Domini, Sant’Antonio, viale De Filippis, Germaneto, Bellino, Barone, Giovino e Casciolino.

 

La Sorical, in mattinata, ha diffuso un comunicato.
“Sono stati ultimati alle ore 2:30 – simlegge – i lavori di sostituzione del tratto di condotta che trasporta l’acqua grezza dalla diga del Passante all’impianto di potabilizzazione di Santa Domenica di Catanzaro. Alle ore 3 una squadra operativa della Sorical ha avviato le graduali manovre di messa in servizio della condotta, lunga 13 chilometri. Una fase lenta e delicata per evitare la formazione di bolle d’aria nella condotta che potrebbero danneggiarla. Alle 4.45 è iniziato il riempimento della vasche di accumulo dell’impianto di Santa Domenica e avviato il processo di potabilizzazione e l’accumulo delle vasche dell’acqua potabile. Alle ore 6 sono state aperte le saracinesche verso i serbatoi della città di Catanzaro e i nodi degli altri Comuni serviti dallo stesso schema acquedottistico, Sellia Marina, Simeri Crichi, Cropani e Sersale. Questa operazione – si sottolinea – ha una durata complessiva di 2 ore. Con la consegna dell’acqua ai serbatoi è terminata competenza gestionale della Sorical ed inizia quella degli uffici tecnici dei Comuni. Ciò che deve essere chiaro ai cittadini – scrive Sorical – è che a seguito dello svuotamento della rete idrica comunale, bisognerà attendere il riempimento dei serbatoi e il contestuale carico idraulico della rete per avere l’acqua disponibilità ai rubinetti. All’inizio dell’erogazione – si avverte – saranno avvantaggiate le zone più basse della città, mentre per i quartieri in quota bisognerà attendere l’entrata in pressione delle rete idrica”.

,