Coronavirus: fuori per giocare schedina, 2 denunce a Vibo

Vibo Valentia – Due persone sono state denunciate dai Carabinieri a Vibo valentia, per aver violato sia le disposizioni governative in materia di lotta al contagio del Coronavirus, emanate con il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri dello scorso 8 marzo e da un’ordinanza del presidente della Regione, risalente alla stessa data, riguardo lale misure urgenti di contrasto all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Si tratta di N.C., 55 anni, già noto alle forze dell’ordine, e M.S., 36 anni, entrambi di Vibo Valentia, con precedenti di polizia.
I due sono stati ritrovati dai carabinieri seduti su un gradino di corso Vittorio Emanuele III, in pieno centro cittadino, a parlare tra loro senza alcuna valida motivazione, nè hanno esibito l’autocertificazione che dimostrasse la necessità per entrambi di allontanarsi da casa. Uno dei due, durante i controlli dei militari, senza battere ciglio, è entrato in una tabaccheria per giocare due schedine. Il tutto come se nulla stesse accadendo, nonostante l’allarme per la diffusione del virus che da qualche settimana continua a mietere vittime in ogni angolo del Paese.

,