Coronavirus: Santelli, vicenda Villa S.G. chiusa,basta polemiche

Catanzaro – “Sono sollevata: è importante che la vicenda di Villa San Giovanni si sia risolta con l’arrivo in Sicilia delle ultime persone che non erano riuscite a traghettare. È stata una situazione che poteva degenerare e che ha messo a dura prova la comunità e per questo ringrazio il Sindaco facente funzioni di Villa San Giovanni e i cittadini per la pazienza e l’impegno”. Lo afferma il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, in riferimento ala vicenda degli automobilisti diretti in Sicilia, rimasti bloccati per 3 giorni nella cittadina del Reggino a causa delle misure restrittive e delle ordinanze degli enti territoriali siciliani connesse all’emergenza coronavirus.
“Si è arrivati alla soluzione – dice – grazie all’interessamento del ministro dell’interno Luciana Lamorgese e al lavoro silenzioso della Regione Calabria. Riteniamo che in questa circostanza la sobrietà e l’impegno senza clamore siano strumenti necessari. Mi sorprende – aggiunge Jole Santelli – che il sindaco di Reggio Calabria il quale , viste le numerose dichiarazioni, mi era parso fosse a conoscenza della situazione, scopra che la Protezione Civile nazionale ha offerto alloggio ai traghettanti. Nessuna autorizzazione, nessuna disponibilità è stata data dalla Regione Calabria affinché queste persone trascorressero la notte a Reggio. Mi spiace l’inutile polemica dal Sindaco Falcomatà. Avrebbe potuto evitarla – conclude Santelli se solo si fosse premurato di tenersi in contatto costante con il prefetto di Reggio Calabria, come del resto ho fatto io negli scorsi giorni”.