Coronavirus: in quarantena torna a Roma da Cosenza, denunciato

Roma – Ha violato sia il divieto di spostarsi da un Comune all’altro sia l’obbligo di quarantena, per questo ieri un cittadino di 74 anni è stato denunciato dalla Polizia Locale del Campidoglio. Il 13 aprile scorso l’uomo, residente a Roma, era stato fermato nel territorio di un Comune in provincia di Cosenza.
Nei suoi confronti, oltre alla sanzione per non aver rispettato le prescrizioni relative agli spostamenti, è stata applicata la quarantena obbligatoria per 14 giorni, come previsto da un’ordinanza della Regione Calabria. Ieri mattina, durante i controlli di routine, il 74enne non è stato trovato nella località dove doveva trascorrere l’isolamento. Il Comando dei vigili del Comune calabrese ha immediatamente preso contatti con la Polizia Locale del IX Municipio, zona di residenza dell’uomo, che ha inviato una pattuglia presso la sua abitazione: una volta identificato, gli agenti hanno denunciato il cittadino per il mancato rispetto della quarantena. Negli ultimi due giorni sono 70 le irregolarità riscontrate nella Capitale dai vigili per mancata osservanza delle disposizioni a tutela della salute pubblica.