Corruzione: giudizio immediato per magistrato Catanzaro

Crotone  – Il giudice delle indagini preliminari di Salerno Giovanna Pacifico, accogliendo la richiesta della locale procura della Repubblica competente per i reati commessi da magistrati in servizio in Calabria, ha dato il via libera al giudizio immediato nei confronti di Marco Petrini, ormai ex presidente della terza sezione della Corte d’Appello di Catanzaro nonché della Commissione provinciale tributaria del capoluogo calabrese, accusato di corruzione nell’ambito dell’inchiesta ‘Genesi’ condotta dalla Guardia di finanza di Crotone che ha fatto luce su un giro di corruzione e favori in cambio di sentenze aggiustate e provvedimenti ‘pilotati’. Oltre a Petrini sul banco degli imputati, anch’essi accusati di corruzione e di aver contattato l’ex giudice per ottenere favori giudiziari in cambio di denaro o altro genere di regali, ci saranno anche l’avvocato del foro di Locri Francesco Saraco; il medico in pensione Emilio Santoro detto Mario, di Cariati, già dirigente dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza; l’ex consigliere regionale Giuseppe Tursi Prato, di Cosenza; Vincenzo Arcuri di Cariati e Luigi Falzetta, nativo di Belvedere Spinello ma residente a Crucoli. La prima udienza del processo è prevista per il prossimo 9 giugno davanti al Tribunale penale di Salerno.