Pesca: Guardia Costiera sequestra pesce spada e reti illegali

Vibo Valentia – Un pesce spada di circa 40 chili pronto per essere immesso sul mercato ittico, ma in cattivo stato di conservazione, e cinque spezzoni di reti da posta per una lunghezza di circa 500 metri prive di targhette identificative richieste dalla legge. E’ il bilancio di un sequestro effettuato da personale della Guardia costiera di Vibo Valentia e Pizzo Calabro nel tratto di mare ricompreso fra Pizzo, nel Vibonese e Gizzeria, nel Catanzarese. Gli attrezzi da pesca professionale erano utilizzati in maniera illegittima da parte di pescatori senza regolare licenza. Per queste violazioni l’attuale normativa, oltre al sequestro, prevede sanzioni amministrative fino ad un massimo di 12.000 euro.